Cultura & Società Ultime Notizie

È nelle nostre mani

15 Marzo 2022

author:

È nelle nostre mani

Non perdere di vista le opportunità, utilizzare le risorse dell’agricoltura, plasmare l’agricoltura con coraggio e gioia: questi sono stati i messaggi mandati delle contadine durante la 41a Giornata della Contadina, tenuta il 13 marzo 2022 a Bolzano.

Molte contadine sono innovative e portano avanti le aziende agricole insieme alle loro famiglie. Le condizioni economiche più difficili, una crescente burocrazia, le normative restrittive, un aumento del costo dell’energia e del mangime concentrato e le crescenti esigenze della società verso l’agricoltura stanno mettendo l’agricoltura di montagna a dura prova: “Quando la porta di una stalla si chiude, non si aprirà più. Se vogliamo che la nostra agricoltura di montagna esiste anche in futuro, i rappresentanti della politica devono prendere la situazione nelle proprie mani. Il supporto deve arrivare da tutte le parti”, ha detto Antonia Egger, presidente dell’Associazione delle Donne Contadine Sudtirolesi (SBO) nel suo discorso di benvenuto alla 41a Giornata della Contadina, tenuta nuovamente nell’auditorium di Bolzano. Durante la manifestazione erano presenti le contadine di tutto l’Alto Adige, vestite nei loro costumi tradizionali, all’insegna del motto: “È nelle nostre mani”.

Heike Zeller, titolare della „aHEU – Regionale Vermarktungsstrategien“ a Monaco, ha mostrato nella sua presentazione che le contadine hanno infatti tanto da offrire. Per rendere l’agricoltura più comprensibile è importante parlare con le persone provenienti dalla città, dice la Zeller: “Devi prima conoscere le lacune nelle conoscenze della gente e convincerli di acquistare i prodotti agricoli di alta qualità.” Questo funziona molto bene tramite i social media: “Le contadine sono in grado di trasmettere le emozioni e hanno una personalità. Queste sono le migliori condizioni per una comunicazione di successo”, ha aggiunto Heike Zeller.

Nel quadro della cerimonia dell‘onorificenza della vedova la Fondazione della Cassa di Risparmio vuole esprimere riconoscimento per le donne coraggiose che, nonostante un destino difficile, sono riuscite a portare avanti il lavoro al maso. „Vogliamo parlare delle loro storie personali. Vi ringraziamo di cuore”, ha detto Suor Mirjam Volgger a nome della Fondazione. Tra le vedove onorate sono state: Reinhilde Wieser, vedova Leitner (maso Weissteinerhof, Fundres/Vandoies), Elsa Amhof, vedova Lechner (maso Tschachnerhof, Vandoies di Sopra), Maria Schrott, vedova Pernthaler (maso Zinnerhof, San Pietro / Vandoies), Maria Anna Oberhauser, vedova Weidacher (maso Huberhof, Braies), Hildegard Mayr, vedova Winkler (Cornaiano).

Margareth Hofer Vanzetta di Catelrotto è stata eletta “Contadina dell‘Anno 2022”. 22 anni fa, dopo aver acquistato il maso “Gogerer Hof”, Margareth si è trasferita insieme alla sua famiglia a Racines per vivere e coltivare in mezzo alla natura. È stata una decisione consapevole. Margareth ha colto l’occasione per ringraziare la sua famiglia: “È un grande piacere poter gestire il maso insieme a voi. Posso sempre contare su di voi!”

Alla Giornata delle Contadine di quest’anno erano presenti molti rappresentanti della politica e ospiti d’onore – un segno di apprezzamento per l’Associazione delle Donne Coltivatrici Sudtirolesi.

Nei discorsi degli ospiti d’onore sono stati discussi molti temi attuali legati alla gestione del maso. L’assessore provinciale Maria Kuenzer e il consigliere provinciale Arnold Schuler hanno parlato di sicurezza alimentare e dell‘indipendenza dagli altri paesi. In questo riguardo Leo Tiefenthaler, presidente dell‘Unione Agricoltori e Coltivatori Diretti Sudtirolesi, ha sottolineato il tema della sicurezza dell’approvvigionamento energetico. Gli sviluppi attuali mostrano l‘importanza dell’agricoltura e dell’energia elettrica prodotta sul proprio territorio. Tutti sono stati d’accordo del fatto che bisogna sempre valutare i diversi interessi ed essere consapevoli dei propri limiti. È anche importante comunicare meglio il valore dell’agricoltura, iniziando già dai bambini, dice Anneliese Göller, presidente dell’Associazione dei Coltivatori Bavaresi. Waltraud Deeg, la consigliera provinciale, ha sottolineato l’importanza del volontariato che dovrebbe ricevere maggiore sostegno da parte della politica. Renate Gebhard, la deputata alla Camera dei Deputati, ha parlato di una migliore sicurezza pensionistica per le donne.

Foto/© SBO

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com