Cultura & Società Politica

Bolzano. Piano del verde in città, una “Ringpromenade” che non sia ostaggio dei privati

14 Marzo 2022

author:

Bolzano. Piano del verde in città, una “Ringpromenade” che non sia ostaggio dei privati

Il Team K di Bolzano Bozen presenterà domani in Consiglio comunale tre documenti voto al “Piano del verde”. Se da una parte questo rappresenta una visione chiara della gestione e dell’ampliamento degli spazi verdi, dall’altra la nuova Ringpromenade – rischia di nascere male: il tracciato iniziale è stato infatti profondamente rivisto per assecondare ancora una volta i proprietari delle aree agricole che cercano di evitare con tutti i mezzi il passaggio di persone. Questa in sostanza la posizione del Team K in consiglio comunale

Spicca la proposta di una Ringpromenade, che in realtà non è un’idea del tutto nuova: già nel 2009, nell’allora Masterplan al Piano urbanistico comunale (PUC) del Comune di Bolzano, si prevedeva un “sistema di passeggiate sulle pendici”. Esso doveva collegare la passeggiata di Sant’Osvaldo con la nuova zona verde sul Rio Rivellone per poi imboccare la ciclabile sull’argine destro dell’Isarco, valorizzando il paesaggio agricolo circostante.
La prima bozza del Piano del verde elaborata dalla società LAND e presentata pubblicamente all’EURAC il 17/05/2021, ricalcava l‘impostazione attuale., salvo che nella sua ultima versione il percorso passa per i Piani di Bolzano invece che per Santa Maddalena.
Analogamente, ad ovest della città, da Castel Firmiano la Ringpromenade doveva attraversare delle strade consortili per arrivare a parco Firmian e proseguire poi per l’ospedale e riprendere quota sul sentiero verso il Noafer a Cologna. Questo tratto è stato addirittura spostato sul lungoadige fino alla fine del confine comunale.
“Dopo l’installazione di ben tre cancelli che hanno chiuso al transito alcune strade consortili, ora la Ringpromenade verrà ridimensionata per accondiscendere a pochi privati che non gradiscono passaggi di persone davanti alle loro case?”, si chiedono i consiglieri comunali del Team K Matthias Cologna e Thomas Brancaglion. Che concludono: “Prendiamo atto con grande rammarico che l’interesse pubblico e l’attenzione civica al bene comune risultano non pervenuti, ma non ci rassegniamo. Che figura facciamo anche in chiave turistica prevedendo una Ringpromenade che non attraversa le aree verdi più caratteristiche della città? Gli interessi di pochi prevarranno su quelli di tutti? Sarebbe un notevole danno d’immagine per tutta la città, costretta ad azzoppare un progetto importante per un veto ingiustificato”.
Con tre documenti voto i consiglieri comunali del Team K chiedono quindi il ripristino del tracciato originario della Ringpromenade a Rencio e nelle campagne vicino a Firmian, nonché certezze sulla fruibilità pubblica del parco Rivellone.

Foto. Edificio Municipio Bolzano

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com