Cultura & Società Ultime Notizie

Qui, nella primavera altoatesina

18 Febbraio 2022

author:

Qui, nella primavera altoatesina

Nel destination marketing IDM si concentra per la prima volta sulle stagioni intermedie.

“E se fossi qui”: questo è il messaggio della nuova campagna turistica di IDM Alto Adige che, per la prima volta, punta l’attenzione sulle stagioni intermedie. Il segnale di partenza è il posizionamento della “primavera mediterranea” altoatesina e, in un secondo momento, della “primavera in montagna” negli importanti mercati di Germania, Svizzera e Italia. Con questo nuovo orientamento del marketing di destinazione si vuole contribuire in modo attivo a uniformare il flusso dei viaggiatori, ottimizzare il tasso di occupazione e rendere in questo modo il turismo in Alto Adige più sostenibile e compatibile. Allo stesso tempo, rafforzare le stagioni intermedie dovrebbe far ampliare l’offerta di posti di lavoro nel turismo durante tutto l’arco dell’anno, facendoli quindi diventare più attraenti.

Negli ultimi anni il turismo è stato caratterizzato dai tradizionali picchi nei mesi estivi e invernali che, in alcune aree del territorio, hanno portato ad una maggiore pressione sulle strutture. Già prima del Coronavirus, IDM aveva iniziato a riflettere su come guidare l’importante motore economico del turismo in una direzione più sostenibile, su come proteggere al meglio l’habitat degli altoatesini e conservarlo per le generazioni future. Il risultato di queste considerazioni, che hanno portato ad una varietà di concetti sostenibili, ha avuto un impatto anche sul marketing turistico. «La nostra visione è quella di rendere l’Alto Adige l’habitat sostenibile più ambito d’Europa. Il turismo è un settore in cui c’è molto potenziale in termini di sostenibilità. Questo inizia con l’utilizzo di risorse e va dalle offerte in loco fino al marketing e alle vendite», dichiara il Direttore Generale di IDM Erwin Hinteregger, che sottolinea che «la sostenibilità è la premessa da cui ogni nostra iniziativa e attività deve partire, in modo che la nostra economia e benessere si conservino anche per le generazioni future».

Tradizionalmente, la maggior parte degli ospiti che viene in Alto Adige in primavera è tedesca (58%), il 19% è italiana, mentre il 7% proviene dalla Svizzera. È proprio a questi importanti mercati che IDM punta ora con la sua nuova campagna dedicata alle stagioni intermedie – dovendo tener anche testa alla concorrenza. «I vacanzieri che viaggiano in primavera sono alla ricerca di temperature miti, che molte destinazioni dell’Europa meridionale come il Lago di Garda, la Toscana o il Ticino offrono molto presto. Si aspettano inoltre una varietà di attività, che naturalmente vengono proposte anche in altre regioni alpine. Il nostro territorio però riesce a distinguersi dagli altri grazie agli altoatesini stessi», afferma il Direttore del dipartimento Marketing Wolfgang Töchterle. «Il 44% dei nostri ospiti in questo periodo dell’anno dichiara di preferire l’Alto Adige ad altre destinazioni perché le persone qui si contraddistinguono per le loro caratteristiche speciali: un grande complimento all’Alto Adige e probabilmente la miglior leva per la nuova campagna. E quindi: vacanze in Alto Adige, con gli altoatesini, come gli altoatesini, con attività sportive o gastronomiche durante le prime calde giornate dell’anno». Questa offerta coincide esattamente con i desideri dei gruppi target del turismo altoatesino, gli “esploratori culturali e culinari”, come sono stati definiti per la stagione intermedia sulla base di un’analisi dei consumatori. «Gli ospiti a cui ci rivolgeremo vogliono immergersi attivamente nella cultura locale, nella natura e nel nostro modo di vivere. E noi li invitiamo caldamente a farlo», conclude Töchterle.

Per questo motivo il messaggio principale della campagna è: “E se fossi qui” – un’offerta esplicita per incoraggiare le persone a vivere la vera primavera altoatesina e a godersi un pasto squisito, un aperitivo sfizioso oppure ancora fare sport all’aperto con i primi raggi di sole dell’anno, proprio come gli altoatesini stessi fanno. La campagna sarà lanciata a partire dalla fine di febbraio nei principali mercati di Germania, Svizzera e Italia sui canali già collaudati: nei media cartacei ad alta tiratura come ZEIT o Spiegel, attraverso la pubblicità esterna su schermi premium in città selezionate come Monaco, Stoccarda o Düsseldorf, ma anche online. Qui l’attenzione si concentra sui formati video, che verranno pubblicati su canali popolari e molto utilizzati come YouTube o Facebook. Basti pensare che in Germania il solo YouTube conta 30 milioni di utenti alla settimana, mentre Facebook 18 milioni. La pubblicità sarà presente anche sulla Connected TV, cioè sui televisori collegati a Internet, dove gli spettatori possono essere raggiunti in base alla regione e agli interessi.

La campagna sarà resa ancora più efficace grazie alla partecipazione di numerose destinazioni turistiche altoatesine. Promuoveranno infatti i loro prodotti turistici o eventi su diversi canali attraverso un layout che richiama l’Alto Adige, creando in questo modo preziose sinergie. «Per consolidare le stagioni intermedie a lungo termine abbiamo bisogno di una comunicazione forte e uniforme da parte di tutti gli attori del turismo», dichiara Wolfgang Töchterle. «È quindi importante che il maggior numero possibile di attori del settore turistico altoatesino faccia riferimento anche alla nostra comunicazione sulle stagioni intermedie quando pubblica contenuti sui social media o sui siti web. Per far sì che questo accada, abbiamo creato gli hashtag #deinplatzisthier e #esefossiqui». Nella Toolbox per albergatori, che dall’inizio della pandemia ha avuto ancora più successo, IDM fornisce agli albergatori interessati anche modelli di testo, fotografie e video sul tema delle stagioni intermedie per la loro comunicazione.

Dopo il lancio della campagna primaverile, in autunno seguirà un’altra iniziativa di comunicazione. In parallelo, tutti i tour operator con cui IDM è in costante contatto pubblicizzeranno solo la primavera e l’autunno altoatesini. Lo stesso vale per l’industria dei meeting e dei congressi, un settore che nei prossimi anni diventerà sempre più importante per IDM. Gli eventi in questo settore saranno proposti esclusivamente per le stagioni intermedie.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com