Cultura & Società Ultime Notizie

Bolzano. NUOVA LUCE IN SAN DOMENICO

21 Febbraio 2022

author:

Bolzano. NUOVA LUCE IN SAN DOMENICO

Un nuovo sistema di illuminazione viene inaugurato nella giornata del 21 febbraio, frutto di un progetto dell’Azienda di Soggiorno e Turismo di Bolzano, sostenuto dal Rotary Club Bolzano Bozen e dal Distretto 2060. Sono centinaia di migliaia i visitatori e fedeli che ogni anno varcano la soglia della chiesa dei Domenicani per ammirare due dei più preziosi gioielli artistici della nostra città: la Pala del Guercino nella cappella dei Mercanti e la cappella di San Giovanni con i suoi pregevoli affreschi. Ora potranno ammirare le due opere nel loro splendore, è il caso di dirlo, poiché il nuovo impianto, costituito da elementi a LED in grado di consentire una illuminazione diffusa e in grado di far emergere tutte le gradazioni cromatiche sia degli affreschi che dell’importante tela, è completato da ottiche elicoidali che evidenziano gli aspetti finora poco contrastati degli elementi architettonici. Ecco che così, nella pala d’altare, grazie alla doppia linea composta da 128 led nascosti dietro la struttura, emerge il blu del velo della Madonna, mentre al contempo l’altare evidenzia lo stile barocco con le figure che lo sormontano, fino ai fregi e ai capitelli.
Nella cappella, invece, la distribuzione avviene a fasci di luce, variabili tra 120 e 25 gradi di ampiezza, che consentono di mantenere una visuale nitida sino alla sommità, accrescendo l’atmosfera pulsante delle diverse raffigurazioni e apprezzandone anche i minimi dettagli finora inesplorati, come un’iscrizione incisa sulla parete ovest.

Il progetto, realizzato su incarico dell’Azienda di Soggiorno di Bolzano e finanziato da quest’ultima e dal Rotary Club Bolzano Bozen e dal Distretto 2060, è a cura di Fibretec, azienda specializzata che lavora a livello internazionale per clienti come il Vaticano per la Cappella Paolina, il Tesoro del Duomo di Milano, la città di New York per le terme, brand consolidati come Dolce&Gabbana per i quali ha realizzato i temporary shop. 

“Un ringraziamento sentito va alla Soprintendenza ai Beni Culturali e Artistici, in particolare all’Arch. Scolari, all’Arch. Bruno Stefani e al parroco don Mario Gretter che ci hanno aiutati a portare a compimento un progetto per la città e i suoi ospiti”, commenta il presidente dell’Azienda di Soggiorno e Turismo Roland Buratti, soddisfatto del risultato e della grande collaborazione che si è creata fra i vari protagonisti del progetto. “Un prestigioso risultato che si aggiunge alle innumerevoli iniziative sostenute e organizzate dal Rotary Club Bolzano Bozen anche in questi anni di pandemia”, aggiunge il Presidente del Club bolzanino Ezio Facchin, “che ha potuto contare anche sul fattivo sostegno del distretto e del suo Presidente Raffaele Caltabiano”.

A rendere la visita più facile ci sarà una nuova audioguida, scaricabile dal codice QR posizionato accanto alle opere che illustra in tre lingue le peculiarità principali delle opere. I testi sono a cura del Prof. Giovanni Novello.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com