Cultura & Società Ultime Notizie

Una pagina di vita vera: Kilian Bedin si racconta sabato al Teatro di S. Giacomo

9 Dicembre 2021

author:

Una pagina di vita vera: Kilian Bedin si racconta sabato al Teatro di S. Giacomo

Voltare pagina e riagguantare il bello della vita. È quanto accade a chi, dopo anni complessi a causa di un organo non funzionante a dovere, ha la fortuna di sentire arrivare in tempo la tanto attesa telefonata che annuncia un possibile trapianto: e vede poi la ruota tornare a girare dal verso giusto. Protagonista di una vicenda a lieto fine di tal genere lo è stato il bolzanino Kilian Bedin, oggi felice padre di famiglia e manager apprezzato. Il quale la propria esperienza la racconterà sabato 11 dicembre, con inizio alle 20.30 e ingresso gratuito, al Teatro di S. Giacomo.
Prenotazioni su https://ildono.eventbrite.com oppure tramite mail a culturasangiacomo@online.ms (necessario ‘green pass rafforzato’). 

«IL DONO: quando una piccola/grande scelta può ridare ad altri il sorriso e la vita», questo il titolo della conferenza-incontro consigliata veramente a tutti, per poter comprendere, anche in senso emozionale, realtà che in genere trapelano al massimo da qualche titolo sui media e da alcune righe in cronaca, ove del caso. 
Gli accadimenti verranno ricostruiti nell’ambito di un sereno dialogo tra Kilian Bedin e il giornalista e noto volto televisivo Mauro Keller, in un percorso che vedrà alternarsi momenti bui e sprazzi di luce, gioie e contraccolpi, delusioni e speranze, fino allo snodo risolutivo. Forse, a tratti, sembrerà di essere nella trama di un film; ma non sarà un film, sarà vita vera. 
Un’opportunità da cogliere per entrare nella situazione senza bisogno di diagrammi: lasciandosi semplicemente avvolgere dai discorsi, dalle immagini di vita vissuta che saranno visualizzate, e anche dalla lettura (se ne occuperà Mara DaRoit) di intensi passaggi del libro autobiografico di Bedin ‘Il futuro è nostro’, alcuni dei quali particolarmente illuminanti. 

A che pro conoscerla, quella realtà? “Vedere le cose dal di dentro è sempre fonte di arricchimento”, osservano gli organizzatori del Centro culturale S. Giacomo. “Nel caso specifico può tornale utile a tutti; perché accade un giorno che nella normale prassi per rinnovare il proprio documento d’identità, ci si trovi a dover rendere la dichiarazione di volontà (o meno) alla donazione degli organi. Ecco allora che sapere quali scenari si celano dietro a una formula d’ufficio, può fare la differenza. E come capirlo meglio se non ascolando di prima mano una testimonianza reale, riportata fra l’altro in toni colloquiali e amichevoli, con contenuti sfaccettati ma non certamente a mo’ di asettica lezione”. 

Durante la serata emergeranno valori sinanche straordinari, come quando Kilian si sottopone a un primo trapianto da familiare vivente: dove quel familiare altri non è se non sua madre. Nuove complicazioni renderanno però necessarie delle tappe successive: ma questo lo si scoprirà sabato direttamente dal racconto dell’interessato. 
Un’anticipazione, Bedin ce l’ha però voluta dare, saltando al finale della sua storia vera: “Il ‘dono’ ricevuto non solo ha ridato a me il sorriso e la vita, ma ha ridato serenità a mia moglie, alle mie figlie, a tutta la mia famiglia. Oggi, ogni giorno è un giorno nuovo da vivere intensamente: con profondo senso di rispetto per chi tutto questo ha permesso, grazie a una scelta consapevole”. 
Un info-point di Aido Bolzano / Aido Alto Adige, operante nel foyer prima e dopo la conferenza e curato dal presidente Gianfranco Maffei con il suo staff, si aggiungerà ai contenuti di una serata che si prospetta ricca di emozioni.
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com