Cronaca Ultime Notizie

Numerose infrazioni contro le norme anti-covid in Val Badia e Val Pusteria, i carabinieri intervengono con determinazione

28 Dicembre 2021

author:

Numerose infrazioni contro le norme anti-covid in Val Badia e Val Pusteria, i carabinieri intervengono con determinazione

I carabinieri di Brunico hanno denunciato e sanzionato molte persone per svariate violazioni di legge. È stato un fine settimana di Natale piuttosto movimentato nelle località di vacanza degli sciatori di tutta Europa.
Nel corso dei posti di controlli eseguiti sulle strade della Val Pusteria, della Valle Aurina e della Val Badia, sono state ritirate tre patenti per guida in stato d’ebbrezza alcolica e altrettante sono state le persone denunciate a piede libero. Un anziano 83enne pensionato di Badia si è rifiutato di sottoporsi al test etilometrico come richiestogli dai carabinieri che lo avevano notato guidare in maniera poco composta. Un 55 enne di Chienes ha segnato 1,38 g/l all’etilometro subendo così il ritiro della patente ma salvando l’auto dal sequestro. Non così fortunato un 71enne di Brunico che ha segnato un risultato di 1,90 g/l subendo quindi – oltre che il ritiro della patente – anche il sequestro del veicolo. Due sono stati, invece, i giovani segnalati per uso di stupefacenti. I carabinieri hanno anche sanzionato cinque turisti stranieri sorpresi a sciare fuori pista in alta val Badia in violazione dell’ordinamento aree sciabili attrezzate della Provincia autonoma di Bolzano.
Diverse sono state le violazioni alla normativa anti-covid riscontrate. Il titolare di un ristorante-pizzeria di Badia aveva superato la capienza massima. Un turista veneziano è, invece, stato trovato nella cabinovia dell’impianto di risalita denominato “Piz la ila” senza mascherina. Stessa sorte, presso lo stesso impianto, anche per un turista toscano ma residente in Francia privo di mascherina. Mentre nel comprensorio sciistico di Plan de Corones, presso un esercizio pubblico, i carabinieri sciatori della stazione di San Vigilio hanno sanzionato il titolare dello stesso per non aver controllato il “green-pass” degli avventori e una turista romana priva del “green-pass” c.d. “rafforzato”. Gli stessi carabinieri hanno altresì sanzionato la titolare di un hotel di Marebbe in quanto priva di certificazione verde sul luogo di lavoro. Nel frattempo a Corvara i carabinieri hanno sanzionato un barista presso un hotel di Colfosco. Il giovane barman è risultato privo di certificazione verde sul luogo di lavoro. Al contempo è stato sanzionato anche il suo datore di lavoro, un albergatore di Colfosco, che aveva omesso di verificare la titolarità della nota certificazione in capo al dipendente lavoratore.
Nel corso dei controlli sul rispetto delle norme anti-covid, un 25enne della Valle Aurina, che doveva essere chiuso in casa su ordine dell’Azienda sanitaria poiché riscontrato positivo al virus SARS-CoV-2, è stato trovato in giro dai carabinieri della stazione CC di Cadipietra.
Infine, un ventenne studente di Brunico, a seguito di un furto perpetrato a fine novembre presso una birreria di Campo Tures, è stato trovato con indosso un piumino oggetto di furto. il giovane è stato denunciato per il reato di ricettazione. Il costoso capo d’abbigliamento è stato restituito alla vittima, un altro studente ventenne di Brunico.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com