Politica Ultime Notizie

Zarenbrunn Merano. Villa Borodina Villa Katharinain e Chiesa ortodossa in concessione alla Citta di Mosca

11 Novembre 2021

author:

Zarenbrunn Merano. Villa Borodina Villa Katharinain e Chiesa ortodossa in concessione alla Citta di Mosca

Il complesso Zarenbrunn di via Schaffer a Merano, costituito da Villa BorodinaVilla Katharina e una chiesa ortodossa, verrà concesso in gestione direttamente alla città di Mosca tramite convenzione, come convenuto dalla Giunta provinciale su proposta dell’assessore provinciale all’edilizia e patrimonio Massimo Bessone. Dopo alcuni passaggi burocratici è imminente l’effettiva sottoscrizione della convenzione.
Lunedì sera, 8 novembre, a Bolzano il presidente della Provincia di Bolzano Arno Kompatscher e l’assessore provinciale all’edilizia pubblica e al patrimonio Massimo Bessone hanno incontrato una delegazione russa, guidata dal Ministro del Governo di Mosca Sergey Cheremin. Il tema affrontato nell’incontro ha riguardato la stipulazione di una convenzione che prevede la concessione da parte della Provincia di Bolzano degli immobili che compongono il complesso Zarenbrunn. Resta ancora da definire chi sarà il partner nominato da parte della Città di Mosca.
Della delegazione russa, che ha trascorso diversi giorni in Alto Adige per vari incontri, facevano parte anche il viceministro del Governo di Mosca Aleksei, il presidente della Camera di Commercio e dell’Industria di Mosca Vladimir Platonov ed il collaboratore della Camera di Commercio di Mosca Konstantin Krochin..
La convenzione prevede la concessione gratuita per una durata di 30 anni di questi immobili di grande pregio storico risalenti alla fine ‘800, quando una nobile famiglia russa che risiedeva a Merano diede l’incarico all’architetto meranese Tobias Brenner di costruire gli edifici.
L’accordo stabilisce che le spese di ristrutturazione e manutenzione degli edifici per un investimento di circa 3,5 milioni di euro saranno a carico del concessionario. Le modifiche edilizie e la ristrutturazione, comunque, potranno essere eseguite solo con l’autorizzazione scritta da parte della Provincia.
“L’associazione Borodina è una realtà importante a Merano, un centro culturale e storico non solo per cittadini russi che vivono in Alto Adige. L’obiettivo del progetto è quello di avvicinare le due culture e la storia che collega i nostri due territori”, ha affermato il presidente Arno Kompatscher. L’assessore Massimo Bessone, dal canto suo, ha ricordato la sua determinazione in Giunta provinciale affinché il complesso Zarenbrunn venisse dato in concessione alla comunità russa per favorire lo scambio economico e culturale tra la nostra provincia e la città di Mosca. L’utilizzo dell’immobile sarà destinato esclusivamente per attività in ambito culturale e artistico, educativo, sportivo, ricreativo, turistico ed economico.
Il Direttore dell’Associazione Borodina verrà nominato depositario degli immobili. Già oggi presso Villa Borodina ha sede il Centro russo Borodina, il cui impegno è teso a promuovere e rafforzare le storiche relazioni fra l’Alto Adige e la Russia nei settori della cultura, della ricerca, del turismo, dell’economia e dello sport. I componenti della Associazione Borodina sono: la Provincia di Bolzano, la Camera di Commercio di Bolzano, il Comune di Merano, la Città di Mosca, l’Associazione del Russi all’estero, il Console generale della Russia di Milano. Il presidente del Consiglio di amministrazione è il Ministro della Città di Mosca Sergey Cheremin, il suo vice è Theo Dipoli, in qualità di rappresentante della Provincia, Lukas Pichler ne è il direttore.

Foto dell’incontro tra la delegazione russa, il presidente della Provincia di Bolzano Arno Kompatscher e l’assessore Massimo Bessone

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com