Politica Ultime Notizie

Merano. Controllo di qualità architettonica, i Verdi chiedono continuità con la passata Consiliatura

29 Novembre 2021

author:

Merano. Controllo di qualità architettonica, i Verdi chiedono continuità con la passata Consiliatura

I Verdi chiedono il ripristino del Comitato comunale per la cultura architettonica attivo con la passata Consiliatura affinché sia svolto un controllo di qualità sui progetti edilizi in corso: Con un comunicato a firma della lista Rösch/Verdi si ricorda la prestigiosa tradizione in ambito architettonico della città di Merano in assenza della quale Merano non sarebbe quella che è. Premesso ciò, si ricorda il ruolo svolto dal Comitato comunale per la cultura architettonica per progetti particolarmente significativi svolto nella precedente Consiliatura. Pone si pone l’accento in particolare il lavoro svolto dai tre architetti membri della giuria del concorso di architettura per la nuova sede di Alperia alla stazione di Maia Bassa, altresì per  condominio sorto tra via Roma e via Parrocchia sul sito di un concessionario di automobili aiutando a trovare le migliori soluzioni perché il nuovo edificio ad alta densità abitativa potesse adattarsi al quartiere.

Con l’elezione di Dario Dal Medico a nuovo sindaco è scaduto il mandato di questo organo esterno. I Verdi, in occasione della convocazione del consiglio comunale di domani martedì 30 novembre, propongono che tale Comitato sia ripristinato entro la fine di gennaio 2022. Ed inoltre che riferisca una volta all’anno in Consiglio comunale così da contribuire alla qualità del dibattito pubblico sulla cultura edilizia della città.
In un secondo documento la lista Rösch/Verdi chiede al Sindaco di sottoporre alla Commissione edilizia per un parere i progetti edilizi che verranno curati da Comune e Provincia. “Pensiamo al ridisegno di strade e piazze, alla realizzazione del polo scolastico di Maia Bassa o ad alcuni progetti che verranno realizzati in sinergia con i privati, come la futura casa di cura che sorgerà accanto all’ospedale.” Così afferma l’ex assessora all’urbanistica, Madeleine Rohrer.
Secondo la nuova legge provinciale “Territorio e Paesaggio”, emanata nel 2018 dalla Giunta provinciale i progetti pubblici non hanno più bisogno di un parere qualificato che valuti lo sviluppo urbano e la qualità architettonica dei progetti presentati. Viene quindi ribadita nel documento della lista Rösch/Verdi l’opportunità di avvalersi delle competenze e dell’esperienza professionale di architetti e urbanisti indipendenti. Si ricorda la qualità degli interventi effettuati in passato e l’opportunità del loro ruolo anche in futuro tenendo conto che le riprogettazioni della parte superiore di Corso Libertà, di piazza del Grano e di via Mainardo sono punti del documento politico della nuova amministrazione. “L’apporto che possono fornire tanto la Commissione edilizia quanto la Consulta sull’assetto urbanistico saranno essenziali per un recupero di qualità di questi spazi”, conclude il documento dei Verdi.

Foto. Paul Rösch

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *