Cultura e società Ultime Notizie

Teatro. ZUPPA DI SASSO è il menù spettacolo del Cuminetti a Trento

27 Ottobre 2021

author:

Teatro. ZUPPA DI SASSO è il menù spettacolo del Cuminetti a Trento

Sabato 30 e domenica 31 ottobre al Teatro Cuminetti si cucina la “Zuppa di sasso”. L’antica fiaba interpretata daDanilo Conti sarà la protagonista del secondo appuntamento con la rassegna per ragazzi “Anch’io a teatro con mamma e papà”
Dopo le divertenti disavventure di un lupo che si credeva furbo che hanno inaugurato lo scorso weekend la nuova Stagione di Teatro ragazzi, la rassegna Anch’io a teatro con mamma e papà (realizzata dal Centro Servizi Culturali S. Chiara in collaborazione con il Coordinamento Teatrale Trentino), prosegue con un nuovo e imperdibile doppio appuntament0. Sabato 30 e domenica 31 ottobre (alle ore 16) al Teatro Cuminetti di Trento va in scena “Zuppa disasso“, spettacolo prodotto da TPC Tanti Cosi Progetti/Accademia Perduta Romagna Teatri, di Danilo Conti (che ne è anche l’interprete) e Antonella Piroli.
La fiaba a cui è ispirato lo spettacolo si perde nelle trame del tessuto popolare fitto di storie, racconti, aneddoti. Risale ad epoche in cui giramondo, vagabondi e soldati, incontravano gli abitanti di villaggi sul loro percorso.
La storia della Minestra di sasso, fonte di ispirazione dello spettacolo, racconta le vicende di un viandante – impersonato in quest’occasione da un lupo – che, una volta arrivato in un villaggio, non trovando ospitalità per la paura e la diffidenza degli abitanti, riuscirà a saziarsi solamente grazie ad un espediente: l’uomo improvvisa un fuoco nella piazza del paese e, dopo aver chiesto in prestito una pentola, mette a bollire un sasso di fiume. La curiosità prende il sopravvento sulla diffidenza e ben presto tutti gli abitanti del posto desiderano aggiungere qualcosa all’ingrediente segreto che bolle in pentola.  Tante le versioni finali proposte: in alcuni casi la fiaba termina con una grande festa, in altri invece, la minestra se la mangia solamente l’improvvisato cuoco. In tutte le versioni della storia però c’è un denominatore comune: il viandante, così come è apparso se ne va, senza dare spiegazioni. Semplicemente riprende il suo viaggio e scompare con il suo sasso, lasciando però una profonda traccia del suo passaggio.
E la morale? Questa antica fiaba ci insegna che la diffidenza e il sospetto sono sentimenti che vanno messi da parte, perché qualsiasi figura, umana o animale che sia, può lasciare un segno profondo nella vita di ognuno di no
Si ricorda che per accedere agli eventi del Centro S. Chiara è necessario esibire il Green Pass, come previsto dal Decreto-Legge 23 luglio 2021 n. 105.

Foto. Spettacolo ZUPPA DI SASSO c/Centro Servizi Santa Chiara Trento

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *