Cultura & Società Ultime Notizie

Un austriaco e due sudcoreani i finalisti del Concorso Pianistico Internazionale F. Busoni

2 Settembre 2021

author:

Un austriaco e due sudcoreani i finalisti del Concorso Pianistico Internazionale F. Busoni

Selezionati i tre finalisti che si esibiranno al Teatro Comunale con l’Orchestra Haydn per la Finalissima del Concorso Busoni, sono due coreani e un austriaco.
Hanno superato una selezione tra più di 500 iscritti sulla base di video e curricula, una prova di preselezione con 93 concorrenti nel 2020 durante il Glocal Piano Project, e infine due fasi finali solistiche e una prova cameristica che li hanno visti primeggiare tra 28 concorrenti in gara.
Sono loro i tre pianisti che si sono guadagnati a buon diritto un posto sul podio del Concorso Pianistico Internazionale F. Busoni e che parteciperanno all’ultima sfida, la Finalissima con l’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento diretta da Arvo Volmer: Lukas Sternath, Jae Hong Park e Do-Hyun Kim.
Di loro il più giovane è il viennese Sternath, di soli 20 anni, studente nella classe di Anna Malikova presso l’Università di Vienna e già vincitore di alcuni premi tra cui il primo premio al “Classic on Danube” International Piano Competition di Vienna nel 2019, il secondo premio all’ottava edizione del concorso viennese International Rosario Marciano Piano Competition nel 2016, il quarto premio alla sedicesima edizione dell’International Edvard Grieg Piano Competition di Bergen nel 2018.
Di poco più vecchio è il coreano Park, 22 anni, anche lui con un curriculum già denso di premi. Ha iniziato, infatti, giovanissimo a collezionare successi in diversi concorsi internazionali: vincitore del primo premio all Gina Bachauer Young Artists International Piano Competition e Cleveland International Piano Competition for Young Artists, del Finalist Prize all’Arthur Rubinstein International Piano Master Competition e il quarto posto al Concorso pianistico internazionale di Ettlingen.
Infine, troviamo Do-Hyun Kim, 27 anni, vincitore del premio speciale per la migliore performance nella semifinale dell’International Tchaikovsky Piano Competition nel 2019. Nel 2017 ha ricevuto il primo premio al Concorso pianistico Vendôme in Svizzera ed il primo premio e il premio speciale al Young Concert Artists International Auditions.
I tre finalisti hanno entusiasmato la giuria presieduta da Louis Lortie dando ulteriore prova del loro talento nell’esecuzione di un quintetto per pianoforte con il Quartetto Schumann, che è valsa loro lo vittoria tra sette concorrenti ammessi alla fase cameristica.
L’ultima prova consiste nel concerto per pianoforte e orchestra che dovranno eseguire di fronte al pubblico bolzanino il 3 settembre alle ore 20.15 al Teatro Comunale di Bolzano. I candidati eseguiranno rispettivamente il Concerto di Beethoven n. 5 op. 73, il Concerto n.3 op. 30 di Rachmaninov e il Concerto n. 2 op. 16 di Prokofiev.
Il concerto sarà trasmesso in diretta televisiva su RAI 5 e in diretta radiofonica su Radio RAI 3 e Radio RAI Südtirol. Nei giorni seguenti la trasmissione sarà replicata anche su RAI Südtirol e su ORF come da rispettivo palinsesto. Inoltre continuerà ad essere possibile seguire la competizione in streaming sul sito della Fondazione Busoni-Mahler, mentre in Cina e in Corea del Sud il pubblico si collegherà grazie alle piattaforme Naver e Amadeus.tv.
La vittoria al Concorso Busoni, oltre che un premio monetario di 22.000 euro, significa anche la possibilità concreta di avviare un’importante carriera pianistica. La Fondazione offre al vincitore la possibilità di essere seguito per un anno da un management artistico che garantirà concerti e promozione della figura del nuovo premiato.
Oltre al primo classificato il concorso assegna anche un premio monetario ai concorrenti classificatisi dal secondo al sesto posto. Inoltre saranno assegnati una serie di premi speciali come il premio per la migliore esecuzione di un brano di Ferruccio Busoni, o per la migliore interpretazione del brano di musica da camera e del brano contemporaneo, nonché il premio speciale dell’orchestra Haydn che offrirà al vincitore del primo premio la possibilità di una tournée in Giappone nel 2023, e molti altri ancora.
Al termine della prova cameristica è stato anche decretato dal Quartetto Schumann il vincitore del premio per la migliore esecuzione del brano di musica da camera. Il premio è stato assegnato a Jae Hong Park per la sua interpretazione del Quintetto per pianoforte di Brahms op. 34. Park avrà la possibilità di esibirsi in una tournée con il quartetto nel febbraio 2023.

Foto, i tre finalisti/c-Luca Guadagnini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *