Economia Ultime Notizie

Il commercio cambia, la merce acquistata online si può restituire?

20 Settembre 2021

author:

Il commercio cambia, la merce acquistata online si può restituire?

Quando si compra qualcosa online, nella maggior parte dei casi si può restituire tale acquisto gratuitamente. Ciò è reso possibile dal diritto di recesso di 14 giorni in vigore in tutta l’Unione Europea. Il Centro Europeo Consumatori (CEC) di Bolzano  ci viene in contro spiegando dettagliatamente cosa è necessario fare.
Innanzitutto è necessario sapere che il diritto di recesso è esercitabile entro 14 giorni dalla consegna, così come anche prima della consegna. Se il venditore non informa affatto o non informa correttamente sul diritto di recesso, il periodo in cui poterlo sfruttare si prolunga di 12 mesi e quindi si protrae di 12 mesi e 14 giorni dopo l’ordine effettuato. I grandi negozi di e-commerce, in particolare, concedono spesso periodi più lunghi in cui esercitare questo diritto. È essenziale che si notifichi il recesso al commerciante per iscritto tramite e-mail fax o a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno. È consigliabile usare il modello che il commerciante deve fornire sul sito web. In alternativa, si può scaricare gratuitamente la lettera del Centro Tutela Consumatori Utenti di Bolzano.
Nei casi di acquisto sulle grandi piattaforme di e-commerce, il diritto di ripensamento si può esercitare spesso anche direttamente tramite il proprio account nell‘apposita sezione. Ci sono alcune eccezioni: al diritto di recesso. Esso è escluso per i biglietti dei concerti, i pacchetti turistici, i voli, ossia per tutti i contratti del tempo libero in cui la prestazione deve avvenire in una certa data o entro un certo periodo di tempo. Il diritto di recesso è anche escluso per i prodotti fatti su misura, gli articoli igienici (ad es. biancheria intima) o se un bene sigillato (ad es. CD, DVD, gioco per computer) è stato aperto.
La restituzione deve essere effettuata al più tardi entro 14 giorni dall’esercizio del diritto di recesso. Non basta, però, rispedire al venditore la merce, è necessario esplicitare  la dichiarazione di recesso.
Salvo diversa indicazione, le spese di restituzione sono a carico del consumatore.
Il commerciante deve rimborsare il prezzo d’acquisto entro e non oltre 14 giorni dalla ricezione della notifica di recesso
Infine, un consiglio di Isolde Brunner, consulente legale dell’CEC: “Fate molta attenzione alle istruzioni del venditore sull’esercizio del diritto di recesso. Il nostro lavoro quotidiano di consulenza dimostra che in questo modo molti problemi legati al recesso potrebbero essere evitati fin dall’inizio”.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *