Cultura & Società Ultime Notizie

Crisi in gran parte superata – ma non per organizzatori di spettacoli dal vivo

24 Settembre 2021

author:

Crisi in gran parte superata – ma non per organizzatori di spettacoli dal vivo

La pandemia ha tanti volti e probabilmente ognuno di noi ha avuto modo di conoscerne almeno uno. Parlando in termini economici, la pandemia ha causato grandi danni in tutto il mondo. Tuttavia, molti rami dell’economia hanno ora recuperato e sono di nuovo in ripresa. Solo l’industria della cultura e degli spettacoli dal vivo soffre ancora di gravi restrizioni in tutta Europa e quindi non ha neanche avuto la possibilità di riprendersi.

È così anche in Alto Adige. Il più grande organizzatore professionale in regione Showtime Agency con dipendenti a tempo pieno ha ormai molti mesi alle spalle, che sono stati caratterizzati da rinvii e cancellazioni di concerti. “In estate abbiamo potuto offrire un programma allettante con concerti all’aperto in cima del Plan de Corones, nei Giardini di Castel Trauttmansdorff e in Piazza Fiera a Trento con un numero molto limitato di spettatori, ma alla fine non c’è altro che un bilancio che non riesce a coprire i costi”, afferma Roland Barbacovi, capo di Showtime Agency.

 “A differenza di molti dei grandi organizzatori in Italia e in Europa rimasti chiusi tutto il 2021, noi, abbiamo optato per tenere questi eventi per dare lavoro e prospettive ai dipendenti”. Nelle prossime settimane e mesi l’agenzia meranese si concentrerà principalmente sulla pianificazione del 2022 e spera che gli eventi possano svolgersi di nuovo senza restrizioni nel 2022. “C’è una speranza giustificata di poter lavorare di nuovo con una capienza dell’80% da ottobre e del 100% dal prossimo anno”, afferma Roland Barbacovi.

I prossimi mesi saranno ancora difficili per l’industria musicale e bisognerà superare questo periodo di siccità fino a marzo 2022. Il programma finora pubblicato per l’estate 2022 fa decisamente voglia di uscire e assistere agli eventi live: Mark Forster, Passenger, David Garrett, Otto Waalkes e Hubert von Goisern sono solo alcuni dei nomi importanti che non vedono l’ora di poter finalmente esibirsi di nuovo dal vivo davanti a un pubblico reale in Alto Adige.

Foto, Manuel Randi Trio/c-Gert Reinstadler

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *