Cronaca Ultime Notizie

Comunicazione, stampa e digitale tentano di uscire dalla crisi grazie a innovazione e sinergia tra le PMI

8 Settembre 2021

author:

Comunicazione, stampa e digitale tentano di uscire dalla crisi grazie a innovazione e sinergia tra le PMI

Innovazione, sinergia e forza contrattuale. Sono i tre punti cardine che i neoeletti presidenti di CNA-SHV “Comunicazione e Stampa”, Andrea Cappello (titolare dell’azienda Imagink e presidente anche dell’Unione Comunicazione e Terziario Avanzato) e di CNA-SHV “Digitale”, Patrizia Balzamà (social media manager) intendono sviluppare nel prossimo quadriennio.
Le assemblee di mestiere, tenutesi lunedì 6 settembre hanno eletto nei direttivi anche Stefania Gander (print manager),  Anna Brando (topografia La Bodoniana), Marco Andolfatto (tipografia Druso), Sebastiano Trapella (Silkapple), Mauro Faggionato (Visualis) e gli sviluppatori di app Davide Baio e Mick Preda (Cibuspay).
Imprenditori con aziende più strutturate, dotate di stabilimento produttivo, freelance e partite Iva sono elementi di un’unica filiera, che sempre di più assume dei contorni poco identificabili, visto l’intreccio di tante specializzazioni dei novi mestieri digitali con la stampa tradizionale, ma comunque caratterizzati da  problemi comuni: la mancanza di personale specializzato, la forte concorrenza di competitors di altre regioni o addirittura delle multinazionali, la necessità di uscire dall’angolo della produzione sottocosto pur di restare sul mercato.
“L’unione sarà la nostra forza – ha evidenziato il presidente Cappello – perché dobbiamo confrontarci con la politica e illustrare apertamente la situazione di grave crisi in cui viviamo da tanti anni, che ci costringe a farci concorrenza esclusivamente sul prezzo più basso. Vogliamo invece dimostrare che la vera differenza la fanno la competenza, la capacità artigianale, la creatività, la professionalità che le nostre aziende, siano esse individuali o strutturate, hanno ma non possono esprimere se ci si confronta solo sul prezzo finale, alle prese, peraltro, con ritardi nei pagamenti, carenza di liquidità e appalti pubblici che finiscono nelle regioni confinanti”.
“La credibilità delle nuove professioni digitali – ha aggiunto la presidente Balzamà – deve essere il nostro traguardo. Sviluppatori di siti e app, social media manager, comunicatori, agenzie di eventi, fotografi e videomaker ed altre professioni che nascono ogni giorno sono il presente e il futuro della comunicazione e del terziario. Dobbiamo darci delle regole, perché oggi regna il caos, il tutti contro tutti. Fare rete di permetterà di valorizzare le professionalità del nostro territorio”.
Claudio Corrarati, presidente di CNA Trentino Alto Adige, ha ricordato la battaglia dell’associazione per abbattere la tariffa dei rifiuti, visto che le aziende locali smaltiscono con apposite ditte specializzate, ed ha evidenziato la necessità di fare rete per ottenere tutele previdenziali, riconoscimento economico della professionalità e una vera regolamentazione dello smart working”.

Foto, il direttivo dell’Unione Comunicazione e Terziario Avanzato. Da sinistra: Stefania Gander, Anna Brando, Andrea Cappello, Patrizia Balzamà, Nick Preda, Davide Baio, Mauro Faggionato e il presidente regionale CNA Claudio Corrarati

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *