Cultura & Società Ultime Notizie

Le grandi voci della lirica a Bolzano

6 Agosto 2021

author:

Le grandi voci della lirica a Bolzano

Un’ultima volta, per questa estate, il Bolzano Festival Bozen invita il pubblico bolzanino a lasciarsi stupire e affascinare dalla bellezza dell’opera lirica. Il terzo di tre appuntamenti dedicati al bel canto e ai grandi capolavori dell’opera lirica, si svolgerà di nuovo nella cornice suggestiva e moderna del grande parco tecnologico NOI Techpark, in zona industriale, il 7 agosto alle ore 21.00.

Raccolto poeticamente nel piccolo anfiteatro circondato dalle nitide linee e vasti spazi vuoti e grandiosi dell’architettura razionalista questo piccolo festival nel festival, Cinema meets Opera, ha già incontrato il favore degli spettatori grazie ad un formato nuovo e di successo: proiezioni open-air di celebri allestimenti di capolavori operistici arricchiti dall’esibizione dal vivo di nuove e promettenti voci della lirica, il tutto accompagnato dalla narrazione di un musicologo di spessore come Fabio Sartorelli, docente al Conservatorio G. Verdi di Milano e all’Accademia Teatro alla Scala di Milano.

La collaborazione con l’Accademia milanese è un importante traguardo segnato quest’anno dal Bolzano Festival Bozen. Coerentemente alla sua vocazione di creare spazi d’esibizione e ascolto per giovani talenti e giovani ascoltatori il festival in collaborazione con il Teatro alla Scala ha invitato gli allievi dell’accademia di canto ad esibirsi su questo palcoscenico e farsi interpreti col loro talento delle arie più celebri della tradizione operistica.

In questo terzo appuntamento ascolteremo i soprani Francesca Pia Vitale e Ariann Giuffrida, e il basso Toni Nežić. L’opera è il celebre Don Giovanni di Mozart, uno dei drammi giocosi scritto dal compositore su libretto di Lorenzo Da Ponte, commissionato niente meno che dall’imperatore Giuseppe II.

L’opera è considerata uno dei capolavori assoluti di Mozart e si distingue per l’arguta caratterizzazione psicologica dei personaggi: Don Giovanni per la sua condotta immorale viene rappresentato pur essendo nobile quasi come un basso buffo settecentesco mentre figure comiche di contorno come Zerlina e Masetto diventano quasi figure drammatiche, portatrici di valori semplici ma saldi e dunque esemplari per gli ascoltatori.

Dell’opera verrà proiettata una recente versione condotta da Daniel Barenboim al Teatro alla Scala per la regia di Robert Carsen, con protagonisti Peter Mattei, Bryn Terfel e Anna Netrebko. Alcune arie saranno appunto cantate dal vivo con accompagnamento al pianoforte dai giovani virtuosi dell’Accademia del Teatro alla Scala, che raccoglie l’eredità della scuola dei “Cadetti della Scala” voluta da Arturo Toscanini nel 1950 per garantire la trasmissione della tradizione lirica italiana.

Termina così la piccola rassegna che negli ultimi due anni ha permesso di unire il fascino del cinema all’aperto con la musica lirica, una novità assoluta per il Bolzano Festival Bozen, che il pubblico ha accolto con grande entusiasmo.

Vista l’attuale situazione i posti sono limitati. Si consiglia di prenotare il biglietto direttamente alle casse del Teatro Comunale oppure al numero 0471 053800. Oppure è possibile prenotare online al sito www.ticket.bz.it e via mail a info@ticket.bz.it.

Per partecipare ai concerti è indispensabile avere con sé il Green Pass, Corona Pass o altra certificazione prevista dall’ordinamento vigente. Non saranno ammessi spettatori che ne siano sprovvisti.

Foto, Toni Nežić – basso

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *