Cultura & Società Ultime Notizie

Merano. Laboratorio creativo di pittura e cultura russa riscuote molto successo

4 Luglio 2021

author:

Merano. Laboratorio creativo di pittura e cultura russa riscuote molto successo

Il centro giovani Strike UP in collaborazione con la Mediateca Multilingue Merano e il centro di lingua e cultura russa Borodina di Merano ha organizzato un laboratorio creativo per ragazze e ragazzi a partire dai 16 anni di età dedicato alla pittura con elementi di cultura e lingua russa.
Il progetto ideato dal centro giovani Strike Up e sostenuto dall’Ufficio di Bilinguismo e Lingue Straniere si è sviluppato attorno alla pittura e all’arte russa e si è tenuto all’aperto in tre sedi diverse della città del Passirio nel pieno rispetto delle norme anti Covid-19. Il primo appuntamento, quello del 18 giugno dedicato al cosmonauta Gagarin, presso la Mediateca Multilingue di Merano, il secondo ispirato ai colori e ai simboli dell’arte di Kandinskij presso la sede di Villa Borodina, e il terzo conclusivo, quello di sabato 3 luglio, sullo stile impressionista russo all’interno della cornice verde del parco Marconi di fronte al centro giovani Strike Up.  
Il laboratorio di pittura è stato moderato da un’esperta madrelingua russa, Elena Gugushlivi, mentre l’intrattenimento è stato gestito dagli educatori del Centro giovani Strike Up, Mauro Dellafiore e Francesca Morrone
L’idea è stata pensata per tutti i giovani amanti dell’arte e della pittura che desiderano cimentarsi nella sperimentazione di nuove performance creative, per le studentesse e gli studenti dei licei linguistici curiosi di conoscere ed eventualmente approfondire alcuni elementi di lingua e cultura russa. 
Durante i tre incontri è stato possibile degustare alcuni prodotti della tradizione gastronomica russa, imparare qualche parola in russo e conoscere qualche elemento storico-culturale sui temi al centro dei vari laboratori. 
“Siamo molto contenti della riuscita dei laboratori e ci auguriamo che in futuro si possa realizzare qualcosa di simile, cercando di arrivare a raggiungere diverse fasce di età con gusti e sensibilità diversi. In un mondo dominato dai social, è stato interessante osservare come i giovani di fronte ad un disegno e ad una tavolozza di colori riescano a rilassarsi e ad esprimersi, immersi nella natura e lontani dai dispositivi tecnologici. Per noi educatori, un ottimo risultato” – racconta con soddisfazione Mauto Dellafiore.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *