Cultura & Società Ultime Notizie

Le voci della Scala a Bolzano

26 Luglio 2021

author:

Le voci della Scala a Bolzano

Il Teatro alla Scala di Milano, il Metropolitan di New York, il Theatre des Champs-Elysées di Parigi: è accaduto spesso che su questi palcoscenici qualcosa di magico succedesse, lasciando senza fiato e con gli occhi lucidi il pubblico in sala: con Cinema meets Opera, il 30 luglio, il 3 e 7 agosto, il Bolzano Festival Bozen lancia una nuova sfida, mettendo in scena le trascinanti emozioni della lirica in un contesto inatteso, come quello degli iper-tecnologici spazi del NOI Techpark di Bolzano.

Una formula inedita, quella di Cinema meets Opera, che punta ad aprire un dialogo fra mondi e spazi con vocazioni differenti, valorizzando ancora una volta tutto il potenziale delle giovani promesse della musica internazionale.

Il progetto si arricchisce infatti, nell’edizione 2021, della prestigiosa collaborazione con l’Accademia della Scala di Milano che, dal lontano 1813, tramanda e vivifica un patrimonio inestimabile di conoscenze e di sapere dei maestri scaligeri.

In particolare, i talenti forgiati dall’Accademia di perfezionamento per cantanti lirici, fondata da Riccardo Muti nel 1997, sotto la direzione artistica di Leyla Gencer, raccoglie l’eredità della scuola dei “Cadetti della Scala”, voluta da Arturo Toscanini nel 1950 per garantire la trasmissione della tradizione lirica italiana.

Per tutte le tre serate, l’emozione dell’opera sul grande schermo, nelle sue esecuzioni più amate e nei luoghi mitici della classica, si intreccerà dunque con le voci in sala dei talenti dell’Accademia della Scala e con le trame narrative sviluppate dal Maestro Fabio Sartorelli, docente di “Guida all’ascolto dell’opera lirica e del balletto” all’Accademia del Teatro alla Scala di Milano, dove tiene anche corsi e lezioni in collaborazione con l’Università Bocconi di Milano, come al Piccolo Teatro e per l’Università Ca’ Foscari di Venezia.

Si parte venerdì 30 luglio con una delle opere italiane più popolari e amate in tutto il mondo, scritta nel 1815 da un poco più che ventenne Gioacchino Rossini: il Barbiere di Siviglia. Protagonisti della serata, il mezzo-soprano Andrea Nino, il tenore Paolo Antonio Nevi e il baritono Paul Grant.

Martedì 3 agosto il soprano Clarissa Costanzo e il baritono Jorge Martinez saranno le voci dell’intricata trama, fra amore, gelosia e vendetta de Il Trovatore di Giuseppe Verdi.

Don Giovanniossia Il dissoluto punito, sarà invece l’opera affidata al soprano Francesca Pia Vitale, al soprano Forooz Razavi e al basso Toni Nežić sabato 7 agosto. A loro il compito di restituire il fascino intramontabile di quest’opera che Wolfgang Amadeus Mozart scrisse su libretto di Lorenzo da Ponte: una singolare commistione di commedia e dramma che ancora, dal 1787, anno della sua prima messa in scena, non smette di rapire e incantare il pubblico.

Molti degli ex allievi dell’Accademia Teatro alla Scala oggi calcano le scene dei maggiori teatri nazionali ed esteri, fra cui i soprani Serena Farnocchia, Carmen Giannattasio, Anja Kampe, Irina Lungu, Nino Machaidze, Sae Kyung Rim, Pretty Yende, Federica Lombardi, Fatma Said; i mezzosoprani Ketevan Kemoklidze, Anita Rachvelishvili, Nino Surguladze, Aya Wakizono; il contralto Sonia Prina; i tenori Giuseppe Filianoti, Leonardo Cortellazzi, Azer Zada, Giovanni Sala; i baritoni Elia Fabbian, Fabio Capitanucci, Massimo Cavalletti, Christian Senn, Vincenzo Taormina, Filippo Fontana, Filippo Polinelli, Mikheil Kiria; i bassi Simon Lim e Jong Min Park.

Innumerevoli i grandi artisti che si sono formati presso l’Accademia della Scala: Roberto Bolle, Massimo Murru, Marta Romagna, Nicoletta Manni, Virna Toppi, Martina Arduino, Angelo Greco, Jacopo Tissi, Fabio Capitanucci, Giuseppe Filianoti, Carmen Giannattasio, Anja Kampe, Nino Machaidze, Anita Rachvelishvili, Nino Surguladze, Aya Wakizono, Pretty Yende, solo per ricordarne alcuni. Senza contare tutti coloro che operano dietro le quinte dei teatri più prestigiosi del mondo.

Per partecipare ai concerti è indispensabile avere con sé il Green Pass inviato dal Ministero della Salute. Non saranno ammessi spettatori che ne siano sprovvisti.

TICKETS

Vista l’attuale situazione i posti sono limitati. Sia per i concerti a ingresso libero che per quelli a

pagamento è necessaria la prenotazione direttamente alle casse del Teatro Comunale oppure al numero

0471 053800. Oppure è possibile prenotare online al sito www.ticket.bz.it e via mail a info@ticket.bz.it

I biglietti potranno essere acquistati presso le casse del Teatro Comunale in piazza Verdi 40, Bolzano

Martedì – venerdì > ore 11.00 – 14.00 e ore 17.00 – 19.00
Sabato > ore 11.00 – 14.00
T +39 0471 053800
info@ticket.bz.it
www.ticket.bz.it

Foto, Sartorelli

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *