Cultura & Società Ultime Notizie

Bolzano. “ANTIQUA – Milano Spagnola” al Palazzo Mercantile

29 Luglio 2021

author:

Bolzano. “ANTIQUA – Milano Spagnola” al Palazzo Mercantile

Curioso, spericolato nelle proprie incursioni e negli accostamenti, mai banale: il Festival Antiqua continua la propria programmazione dedicata all’esplorazione della musica antica e barocca lunedì 2 agosto nella cornice di Palazzo Mercantile per raccontare in musica il tempestoso panorama culturale dell’Italia nella metà del Cinquecento.
Siamo al tramonto dell’equilibrio tra Sacro Romano Impero e comuni: dentro questo variopinto scacchiere culturale e geografico, iniziano ben presto a misurarsi, entrando in conflitto aperto, potenze straniere come Francia e Spagna. In particolare, quest’ultima lascerà tracce indelebili della propria egemonia, tanto che negli autori spagnoli e italiani del XVI secolo si individua un retroterra musicale comune.
È proprio sull’onda di queste suggestioni che Evangelina Mascardi, tra i migliori liutisti attivi nel panorama concertistico internazionale, e Maurizio Croci, organista e clavicembalista attivo sulla scena internazionale, Professore alla Haute Ecole de Musique de Lausanne e Direttore artistico del Festival International d’Orgue de Fribourg (Svizzera), presenteranno al pubblico bolzanino un concerto per vihuela e clavicembalo ispirato alla “Milano Spagnola”.

Tecla, cioè clavicembalo oppure organo, e vihuela, simile nelle forme alla chitarra odierna, ma affine al liuto rinascimentale in uso in Italia, erano infatti gli strumenti principali nella letteratura spagnola dell’epoca. Per questi strumenti scrisse anche uno dei più importanti protagonisti della musica per tastiera di quel secolo, Antonio de Cabezon. Viaggiatore instancabile percorse l’Europa al seguito del re di Spagna Filippo II. Dal viaggio compiuto nel 1548 prese forma il brano, che il pubblico del Bolzano Festival potrà apprezzare, Diferencias sobre la Gallarda Milanesa, una serie di variazioni di carattere virtuosistico a partire da una nota danza.
Il programma mette inoltre in evidenza, attraverso un’accurata selezione dei brani e dei suoi autori, due aspetti della vita quotidiana, a tratti contrastanti, che emergono dalle musiche dell’epoca: l’atmosfera quieta delle corti cinquecentesche, e l’instabilità politica e militare.
Il senso di tranquillità della vita lontano dal fragore delle strade, è ben evocato nei brani in programma del compositore e liutista milanese Pietro Paolo Borrono, così come in quelli di Francesco da Milano, considerato il più grande compositore di musica per liuto del Rinascimento italiano e uno dei massimi rappresentanti della musica strumentale del XVI secolo.
Il senso di instabilità e tensione dello scenario politico dell’epoca rivive invece nel brano La Bataglia Taliana del compositore fiammingo Matthias Hermann Werrecore, che rievoca lo scontro bellico avvenuto a Pavia nel 1525, che sancì l’indipendenza di Milano (sotto l’egida spagnola).

BIGLIETTI
Vista l’attuale situazione i posti sono limitati. Sia per i concerti a ingresso libero che per quelli a pagamento è necessaria la prenotazione direttamente alle casse del Teatro Comunale oppure al numero 0471 053800.

Oppure è possibile prenotare online al sito www.ticket.bz.it e via mail a info@ticket.bz.it
I biglietti potranno essere acquistati presso le casse del Teatro Comunale in piazza Verdi 40, Bolzano

Foto, Maurizio Croci e Evangelina Mascardi

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *