Cultura & Società Ultime Notizie

Bolzano accoglie la staffetta “Per non dimenticare il 2 agosto 1980”

27 Luglio 2021

author:

Bolzano accoglie la staffetta “Per non dimenticare il 2 agosto 1980”

La Città di Bolzano, anche quest’anno partecipa attivamente alla staffetta: “Per non dimenticare il 2 agosto 1980” che nelle prossime ore farà tappa nel capoluogo . L’arrivo dei partecipanti all’iniziativa che ricorda la strage alla stazione di Bologna, è previsto mercoledì 28 luglio alle ore 19.00 a parco Petrarca dopo aver percorso via Innsbruck, piazza Verdi, piazza Domenicani, via Cassa di Risparmio, via Museo e ponte Talvera. La partenza ufficiale della staffetta è in programma invece il giorno successivo giovedì 29 luglio alle ore 9.00 dopo una breve cerimonia in piazza Walther.

Dopo un anno di fermo, dovuto all’emergenza Covid-19, la staffetta “INSIEME PER NON DIMENTICARE IL 2 AGOSTO 1980” con il patrocinio della “Associazione tra i familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980” , nel rispetto delle norme di sicurezza anti covid in vigore, scende di nuovo in strada. Il “Coordinamento staffette podistiche per Bologna per NON dimenticare il 2 agosto 1980”, nello specifico il comitato organizzatore della tratta Brennero-Bologna è onorato di essere sostenuto dal PATROCINIO DEL COMUNE DI BOLZANO, sia durante l’arrivo previsto il 28 luglio 2021 alle ore 19.00 presso l’Anfiteatro Arcobaleno presso il Bar 2000 Pippo sia nella partenza il 29 luglio alle ore 9.00 da Piazza Walther. La staffetta che si svolgerà in 6 giornate, dal 28 luglio al 2 agosto 2021, ha come obiettivo quello di rendere omaggio nello specifico alle 85 vittime della strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980, considerato il più grave atto terroristico avvenuto nel Paese nel secondo dopoguerra, ma anche a tutte le vittime di altri attacchi terroristici. Il tragico evento della strage di Bologna è una ferita aperta che ha colpito tutto il territorio nazionale. Anche il territorio provinciale ha sofferto  delle perdite.: Argeo Bonora, ferroviere sposato e padre di cinque figli, che per motivi di lavoro si era trasferito dalla provincia di Bologna a Salorno; Angelo Priore, di appena 26 anni, che dalla Val Venosta aveva compiuto il viaggio inverso a quello di tanti migranti interni, andando a lavorare come ottico nella città portuale di Messina; Berta Ebner, 50 anni, nata e cresciuta in Passiria. Nella strage rimasero feriti Sonia Zanotti di Ortisei e Giuseppe Soldano di Merano. La strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980 provocò 85 morti e oltre 200 feriti.
La staffetta, nata nel lontano 1981 da Sesto Fiorentino si è estesa a macchia d’olio su tutto il territorio nazionale e non solo. La partecipazione di innumerevoli associazioni, gruppi sportivi ma anche tante persone comuni è la dimostrazione del fatto che oltre l’esigenza di commemorare le vittime del terrorismo, permane il desiderio di conoscere la verità e soprattutto evitare che gli eventi si ripetano. Oggi, più di allora, il senso della staffetta è quindi quello di non dimenticare e di restituire valore intergenerazionale ad una vicenda controversa cha ancora non ha avuto giustizia.

Programma a Bolzano:
– mercoledì 28 luglio: ore 18.00 al Crocicchio via Straub, via Città di Sopron, via Mayr Nusser, Ponte Campiglio. La staffetta proveniente dal Brennero verrà accolta da: ANPI, ARCI, Incontriamo APS, Club Arcimbaldo, Unione Ciechi e Ipovedenti di Bolzano e i Bersaglieri che l’ accompagneranno fino all’arrivo all’Anfiteatro Arcobaleno a parco Petrarca presso il “Bar 2000 Pippo” sul Talvera. Arrivo previsto alle ore 19.00;
– giovedì 29 luglioore 9.00 partenza da Piazza Walther verso Lager in Via Resia, con breve sosta, poi verso Trento dove è previsto l’arrivo alle ore 16.00 al Palazzo della Regione.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *