Esteri Ultime Notizie

La Turchia costruisce moschee ad Afrin

1 Giugno 2021

author:

La Turchia costruisce moschee ad Afrin

La presidenza per gli affari religiosi in Turchia, Diyanet, sta facendo costruire sempre più moschee nei villaggi Yezidi nella regione settentrionale siriana di Afrin. In questo modo, lo stato turco sta cercando di promuovere l’islamizzazione della regione un tempo multireligiosa e di diffondere un’interpretazione particolarmente radicale dell’Islam sunnita. Attraverso la sua succursale tedesca DITIB, la stessa autorità sta cercando di portare le sue opinioni religiose anche nelle scuole locali.

Fonti yezidi ci parlano della costruzione di una moschea nel villaggio di Shadere, un tempo yezidi, a sud della città di Afrin. Ci sono ancora 45 persone di fede Yezidi che vivono lì, ma prima dell’occupazione turca erano 450. Dopo che la maggior parte di loro è stata cacciata, la Turchia vi ha insediato dei musulmani radicali e questi eseguono regolarmente raid contro la popolazione curda locale. Ciò che viene predicato nelle moschee e nelle nuove scuole coraniche ad Afrin è determinato dalla Diyanet turca. Spesso anche le bambine devono indossare un foulard. Durante l’ultima guerra di Gaza, c’è stato anche un massiccio incitamento contro Israele e gli ebrei nelle moschee. In questo contesto, è particolarmente incomprensibile che questa autorità turca voglia ora ottenere un’influenza ufficiale sull’educazione religiosa islamica anche in Germania.

Il DITIB non è un’associazione liberale, ma propaganda un Islam radicale. Durante l’attacco ad Afrin, in quasi tutte le moschee DITIB in Germania si è pregato per la vittoria dell’esercito di occupazione. La popolazione di Afrin una volta era almeno il 96% curda. Dopo l’occupazione turca, la maggior parte è stata sfollata e la proporzione della popolazione curda è scesa a circa il 25%. Così, la Turchia è sul punto di raggiungere uno dei suoi obiettivi più importanti: rendere Afrin libera dai curdi. I curdi di Afrin sono per lo più musulmani sunniti moderati. Un tempo ad Afrin vivevano anche 20.000-30.000 fedeli yazidi. Oggi ce ne sono solo poche migliaia.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *