Cronaca Ultime Notizie

La bolzanina Passerini eletta membro della presidenza nazionale Federazione benzinai

13 Maggio 2021

author:

La bolzanina Passerini eletta membro della presidenza nazionale Federazione benzinai

 La bolzanina Emanuela Passerini, già vicepresidente di Confesercenti Alto Adige, è stata eletta dall’assemblea elettiva come membro della presidenza nazionale della Faib (Federazione Autonoma Italiana Benzinai). Una voce locale, dunque, in un organo che ha il compito di guidare l’evoluzione di un settore che è stato fortemente danneggiato dalla crisi pandemica. “Nei prossimi 3 anni – spiega Passerini – saremo chiamati ad avere un ruolo attivo nella transizione energetica finanziata dal Recovery Fund”.
Dopo 13 anni cambia pure il vertice nazionale della Faib con Giovanni Sperduto che prende la presidenza subentrando a Martino Landi. Le sfide, però, non saranno solo istituzionali ma dovranno mirare alla massima concretezza. Prima di tutto costruendo la risalita partendo da dati nazionali che sono preoccupanti. “Secondo i numeri forniti da Faib – continua Passerini – i consumi sono calati del 26% per il gasolio, del 14% per la benzina e del 21% per il gpl. In tutto sono stati erogati 7,5 miliardi di litri in meno. Una situazione che ha avuto un riflesso sui prezzi al consumo che sono calati del 9% per il gasolio, dell’11% per il gasolio e del 4% per il gpl. Il maggior costo di 11 centesimi sulla benzina e di 14 centesimi sul gasolio, infatti, è legato unicamente a motivi fiscali”. Ergo si vende e si guadagna meno: “Per le strutture in autostrada il crollo è arrivato anche a -40%. Davvero dura”.
Un altro capitolo da mettere tra le priorità è quello della sicurezza. “Si calcola che 21.750 operatori abbiano subito almeno una volta un furto o una rapina” le parole di Passerini che è titolare delle pompe del distributore Agip a ponte Roma a Bolzano. “Bisogna lavorare per un abbattimento dei rischi potenziando sempre più la moneta elettronica. Attenzione anche alle evasioni perché secondo Faib il 30% del venduto sfugge alle imposizioni fiscali per un totale di circa 10-12 miliardi di euro. In quest’ottica le operazioni di controllo e sanzioni effettuate con periodicità dalle forze dell’ordine alla barriera del Brennero sono molto preziose per tutto il settore”.

In foto, emanuela Passerini@confesercentibolzano

.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *