Salute Ultime Notizie

Per gli invalidi civili scarpe ortopediche una volta l’anno

9 Aprile 2021

author:

Per gli invalidi civili scarpe ortopediche una volta l’anno

Buone notizie per gli invalidi civili e le persone con una grave difficoltà di deambulazione. D’ora in poi, possono richiedere le scarpe ortopediche a cui hanno diritto 1 volta all’anno e non solo ogni 14 mesi come prima. L’Associazione Invalidi Civili (ANMIC Alto Adige) si è prodigata con successo per questo cambiamento e illustra di seguito a cosa prestare attenzione.
A causa della loro generica incapacità lavorativa, gli invalidi civili possono beneficiare di diverse prestazioni di assistenza. Come prerequisito è necessario che una commissione medica valuti la gravità del quadro clinico e determini così il grado d’invalidità. Se all’interessato viene riconosciuto almeno il 34% di invalidità civile o se una persona ha una grave difficoltà di deambulazione certificata da un medico, una volta all’anno essi possono per esempio, richiedere un paio di scarpe ortopediche gratuite.
Come per altre prestazioni assistenziali, anche per richiedere scarpe ortopediche è necessario un certificato medico. Per essere più precisi, per la prima domanda uno specialista dell’Azienda Sanitaria dell’Alto Adige deve prescrivere le scarpe, dopo di che si dovrà consultare il calzolaio per redigere un preventivo di spesa. Il terzo passo consiste nel far approvare il preventivo dall’Azienda Sanitaria dell’Alto Adige e far dichiarare le scarpe finite in regola nel quadro di un collaudo. Fino ad ora, doveva passare un anno dalla data del collaudo prima di poter richiedere un nuovo paio di scarpe.
“In media, trascorrono due mesi tra la prescrizione ed il collaudo”, spiega Thomas Aichner, Presidente ANMIC Alto Adige. “Ciò significa che la domanda di un nuovo paio di scarpe poteva essere fatta solo ogni 14 mesi anziché ogni 12. Il periodo veniva così ritardato sempre di più ogni anno. Dato l’alto costo delle scarpe ortopediche e la maggiore usura associata ad una grave difficoltà di deambulazione, per le persone interessate la possibilità di poter richiedere puntualmente ogni anno un nuovo paio di tali scarpe è molto importante”.

In foto, Fieda Hofer@Anmic Alto Adige

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *