Politica Ultime Notizie

Patrik Zaki, via libera in Senato concessione cittadinanza italiana

14 Aprile 2021

author:

Patrik Zaki, via libera in Senato concessione cittadinanza italiana

Forse una giornata importante, quella di oggi, per il destino di Patrick Zaki, lo studente dell’università di Bologna in carcere da più di un anno in Egitto con l’accusa di propaganda sovversiva. Il Senato ha infatti dato il via libera all’ordine del giorno sulla concessione della cittadinanza italiana a Patrick Zaki e sulle iniziative per la sua liberazione. Nell’Aula i senatori favorevoli alla mozione ‘unitaria’ sono stati 208, astenuti 33 e 0 contrari. Due le mozioni discusse dall’Assemblea: la prima impegna il governo, tra le altre cose, “a intraprendere tempestivamente ogni ulteriore iniziativa presso le autorità egiziane per sollecitare l’immediata liberazione” dello studente, “valutando anche la promozione dell’applicazione della Convenzione delle Nazioni Unite contro la tortura e altri trattamenti o punizioni crudeli, inumani o degradanti del 10 dicembre 1984”; la seconda, a prima firma Pd, ma sostenuta anche da esponenti di alcuni parlamentari del M5s, Italia viva, +Europa, Lega e Gruppo Misto, chiede all’esecutivo di “intraprendere con urgenza tutte le dovute iniziative affinché a Zaki sia riconosciuta la cittadinanza italiana”, nonché “ad adoperarsi con maggiore vigore in tutte le sedi europee e internazionali, perché l’Egitto provveda senza ulteriori indugi al rilascio di Patrick George Zaki.
Prende posizione in aula la Presidente del Gruppo per le Autonomie, Julia Unterberger.“Da più di 400 giorni Zaki è in un carcere di massima sicurezza senza processo, con ben 11 proroghe della carcerazione preventiva. Nei suoi confronti c’è un vero e proprio accanimento del regime egiziano, che lo ha prima spiato mentre studiava a Bologna, arrestato non appena rientrato in patria e sottoposto a torture in carcere. Zaki non ha nessuna colpa, se non di essere un ragazzo che crede nella libertà e nella giustizia, esattamente come Giulio Regeni, ma anche come Antonio Megalizzi, Valeria Solesin e Fabrizia Di Lorenzo. Come tutti loro Zaki è un cittadino europeo e italiano, perché nel suo percorso di vita ha sempre coltivato quei valori che sono alla base delle nostre società. Tutto questo non ci può lasciare indifferenti. Per questo il nostro lavoro non può interrompersi con il riconoscimento della cittadinanza a Zaki.Deve continuare la pressione sul regime egiziano. L’Italia e l’Europa facciano tutto il possibile per ottenere la sua liberazione” conclude la senatrice Unterberger.

In foto, Julia Unterberger

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *