Cronaca Politica Ultime Notizie

Nei Comuni ancora privi di servizio test nasali va garantito temporaneamente il servizio mensa, precisa CISL SGR

27 Aprile 2021

author:

Nei Comuni ancora privi di servizio test nasali va garantito temporaneamente il servizio mensa, precisa CISL SGR

La gestione dei test nasali facoltativi in Alto Adige non è ancora garantita capillarmente sul territorio. In diversi comuni il servizio sarà offerto solo a partire dai prossimi giorni e questo ritardo ha causato dei disagi soprattutto a quei lavoratori e a quelle lavoratrici che non hanno potuto usufruire della mensa perché sprovvisti del necessario certificato di negatività.
CISL SGR Alto Adige non ha sottoscritto il manifesto d’intenti che, in tutta fretta, la Giunta Provinciale aveva chiesto alle parti sociali di condividere. Dopo giorni di intense trattative non era stata data garanzia rispetto alla tutela relativa alla copertura salariale e previdenziale dei lavoratori che fossero risultati positivi e per tale ragione posti in “isolamento preventivo”. Come noto il test nasale non è riconosciuto dall’Istituto Superiore di sanità” e per tale ragione l’emissione del certificato è a discrezione del medico di base. Chi si dovesse trovare in questa condizione rischia di attendere anche 5 giorni l’esito del test PCR e solo allora essere certo di essere positivo o negativo. Ora si aggiunge questo ulteriore problema che CISL SGR ritiene debba essere risolto rapidamente dall’autorità pubblica.
L’efficacia dell’azione, che CISL SGR aveva sostenuto, era direttamente proporzionale alla possibilità che il test fosse effettuabile da subito e nelle vicinanze dei luoghi frequentati dai lavoratori. Dalla tabella pubblicata sul proprio sito, l’ASL dimostra che il servizio sarà sufficientemente capillare solo a partire dalla prossima settimana. In questa situazione sarebbe necessario che almeno il servizio mensa potesse essere garantito anche a coloro che, per ragioni oggettive, non potranno presentare agli esercenti la certificazione prevista dall’ultima ordinanza del Presidente della Giunta Provinciale.

In fot, Michele Buonerba

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *