Cultura & Società Ultime Notizie

Alto Adige. Raccontami una storia, letture nella lingua madre per bimbi migranti

20 Aprile 2021

author:

Alto Adige. Raccontami una storia, letture nella lingua madre per bimbi migranti

La diversità linguistica e l’ascolto sono al centro della campagna di lettura “Raccontami una storia” che l’Ufficio educazione permanente ha programmato per il 23 aprile, Giornata mondiale del libro, nell’ambito della campagna di sensibilizzazione #multilingual. L’Ufficio cerca giovani provenienti da famiglie con una storia di migrazione che a casa parlano una lingua diversa dal tedesco, dall’italiano o dal ladino per leggere una storia a bambini della stessa lingua madre o che sono in grado di comprenderla. I giovani, cioè, sono chiamati a leggere in video storie e fiabe nella loro lingua madre. In tal modo, diventano essi stessi attori nel loro mondo linguistico e culturale mentre i bimbi ascoltatori possono riconoscersi nella loro lingua, rafforzando anche la lingua madre come prima lingua.

Rafforzare la lingua madre o leggere ad alta voce nella lingua madre sono prerequisiti importanti per lo sviluppo del bambino e anche per l’apprendimento di altre lingue. “La campagna di lettura #multilingual non ha bisogno di professionisti della lettura, ma solo di giovani che vogliono leggere ad alta voce e coinvolgerei giovani ascoltatori con il loro entusiasmo e il suono di parole familiari”, dicono i responsabili dell’ufficio. Come ringraziamento, ogni lettore riceverà una maglietta #multilingual. L’iniziativa fa parte della campagna di sensibilizzazione #multilingual, che è supportata dalle tre ripartizioni culturali e dalle tre intendenze con l’obiettivo di valorizzare tutte le lingue madri come risorsa per il multilinguismo in Alto Adige.

Per partecipare alla campagna è necessario firmare la liberatoria per l’utilizzo di foto e video nonché l’informativa sulla privacy che si trova sul volantino, inviarlo compilato insieme ai dati richiesti nonché alla video-lettura entro il 15 maggio 2021. Il video può essere semplicemente realizzato con il  cellulare oppure può essere prodotto dalla Biblioteca provinciale Teßmann; nell’ultimo caso va chiesto un appuntamento a sonja.logiudice@provinz.bz.it entro la fine di aprile.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *