Cronaca Ultime Notizie

Alto Adige. Manifestazione Anticovid non autorizzata, denunce e segnalazioni dei Carabinieri

26 Aprile 2021

author:

Alto Adige. Manifestazione Anticovid non autorizzata, denunce e segnalazioni dei Carabinieri

Anche lo scorso fine settimana è stato orientato al controllo del territorio da parte dei militari del Comando Provinciale di Bolzano. L’attenzione è stata rivolta in particolar modo al contenimento della pandemia da COVID-19 attraverso l’accertamento del rispetto delle prescrizioni previste. Le verifiche, scaturite in ottemperanza all’ordinanza del Presidente della Provincia Autonoma di Bolzano sono state condotte nella giurisdizione delle nove Compagnie Carabinieri dislocate su tutto il territorio altoatesino. In totale sono state controllate quasi 900 persone e più di 1200 veicoli, molti di essi anche nella fascia oraria del cd. “coprifuoco”. La maggior parte delle persone controllate ha dimostrato un valido motivo per lo spostamento, mentre diciannove di esse sono state sanzionate perché non mantenevano il previsto distanziamento, ovvero perché sprovviste dei dispositivi di protezione individuale e/o erano in orario non consentito fuori casa.
Nello specifico a Sarentino, nella tarda serata di ieri, i Carabinieri del locale Comando Stazione sono stati attivati da alcuni cittadini che hanno segnalato un anomalo afflusso di clienti presso un esercizio di ristorazione del posto che avrebbe dovuto essere chiuso. L’immediata verifica ha consentito di accertare come effettivamente il gestore del ristorante avesse consentito l’ingresso nel locale di tredici clienti che stavano consumando delle bevande, in violazione degli orari e NON rispettando le prescrizioni sul distanziamento e sull’utilizzo delle previste disposizioni. Lo stesso gestore non indossava alcuna protezione. Pertanto i clienti ed il gestore sono stati segnalati per le numerose violazioni all’Autorità Amministrativa.
Gran lavoro per i Carabinieri di Egna che nel week-end sono stati impegnati nei controlli del territorio, gli stessi hanno sanzionato amministrativamente due persone a Laives di 29 e 32 anni, che in orario notturno si aggiravano per il paese senza alcuna motivazione plausibile ed in violazione degli obblighi del coprifuoco. A Salorno, in due differenti occasioni, hanno prima sanzionato un cittadino di origine nigeriana di 23 anni, che senza motivo nella mattinata di sabato scorso si aggirava per il territorio comunale, e quindi, nel corso della scorsa notte hanno sorpreso due uomini del posto, di 34 e 26 anni, che in violazione degli obblighi inerenti l’orario ed il distanziamento, permanevano in auto a parlare fra loro.
Ed infine, a Dobbiaco, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di San Candido al termine degli accertamenti e di una minuziosa analisi dei video e delle fotografie scattate nel corso della manifestazione tenutasi a Dobbiaco il 10.04.2021 hanno individuato e deferito in stato di libertà tre persone, identificandoli quali promotori della manifestazione non autorizzata. Gli stessi, tre uomini noti alle forze dell’ordine con età compresa tra i 48, 31 e 25 anni, si erano messi alla guida del corteo, favorendo tra l’altro situazioni di assembramento ed incitando alla disobbedienza delle norme, ed avevano creato in alcune occasioni dei disagi alla circolazione stradale in quanto i partecipanti si adoperavano per occupare la carreggiata. Oltre all’aspetto penale correlato all’organizzazione dei cortei, al vaglio dei militari della Compagnia di San Candido, sono stati anche i comportamenti dei partecipanti che hanno violato le normative Anticovid. Complessivamente sono stati individuati e segnalati all’autorità amministrativa  30 persone maggiorenni partecipanti all’evento NON autorizzato.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *