Politica Ultime Notizie

VETTORI: “ALTO ADIGE UNICA ESCLUSA DEL BONUS 110%. DOBBIAMO SMETTERE DI DARCI LA ZAPPA SUI PIEDI DA SOLI”

3 Marzo 2021

author:

VETTORI: “ALTO ADIGE UNICA ESCLUSA DEL BONUS 110%. DOBBIAMO SMETTERE DI DARCI LA ZAPPA SUI PIEDI DA SOLI”

Grande preoccupazione quella espressa dal Capogruppo in Coniglio Provinciale di Alto Adige Autonomia Cons. Carlo Vettori in merito all’attuale situazione di totale blocco delle pratiche di ristrutturazione edilizia che prevedono la soluzione del bonus statale 110%.
“Stiamo dimostrando di essere totalmente incapaci di approfittare delle poche opportunità che Roma ci offre – tuona Carlo Vettori, direttamente dai banchi di maggioranza del Consiglio Provinciale di Bolzano – dobbiamo smettere di darci la zappa sui piedi da soli”.
La questione è ispida.
“In una situazione di emergenza sanitaria come quella che stiamo vivendo, il primo pensiero di un politico responsabile, dopo la salute dei suoi concittadini, deve necessariamente essere rivolto all’economia.
La legge urbanistica attuale, da me convintamente votata, prevede in un suo articolo l’incompatibilità con alcuni requisiti essenziale per poter accedere alla procedura di richiesta del bonus 110%.  Perché un cappotto termico deve essere considerato come volume, quindi discriminate delle distanze minime tra un edificio e l’altro? Vogliamo o non vogliamo che i nostri artigiani possano usufruire del beneficio fiscale che Roma ha voluto prolungare anche per il 2021? Non possiamo permetterci di mettere i nostri artigiani difronte ad un cavillo burocratico che nei fatti blocca la ripartenza di un intero settore ”
Queste domande devono trovare una risposta celere.
“Il prossimo bilancio provinciale non sarà sicuramente semplice. Da cittadino e da Consigliere penso che sia sciocco non approfittare delle risorse che Roma ci mette a disposizione. Capisco la Giunta sia costantemente impegnata ad affrontare le quotidiane emergenze legate alla difficilissima situazione di emergenza sanitaria che stiamo vivendo. Capisco anche che visto dall’esterno ci sarebbe sempre qualcosa da migliorare o da fare diversamente. Ma non posso fare orecchie da mercante ai numerosi appelli ricevuti in queste settimane da artigiani, operai, architetti e partite iva che la pandemia ha messo in ginocchio”.

Foto, Carlo Vettori

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *