Politica Ultime Notizie

Scuole Longon e Archimede, approvato dal Consiglio comunale lavori di ampliamento e riqualificazione

6 Febbraio 2021

author:

Scuole Longon e Archimede, approvato dal Consiglio comunale lavori di ampliamento e riqualificazione

Il Consiglio comunale di Bolzano ha approvato all’unanimità il progetto di fattibilità tecnica ed economica di ristrutturazione, adeguamento alle normative vigenti, ampliamento e riqualificazione energetica delle scuole Longon e Archimede in via Ducad’Aosta-via Roen. Il complesso scolastico occupa un lotto di circa 20.464,00 m2 ed è composto da un edificio principale che ospita le funzioni didattiche, amministrative ed i servizi, da una grande palestra, ampi cortili, campi sportivi, una corsia di atletica, aree verdi ed un parcheggio in superficie. Particolare soddisfazione per l’approvazione all’unanimità della delibera e di conseguenza per l’avvio della fase d’intervento è stata espressa dal Sindaco Renzo Caramaschi e dal Vice Sindaco e Assessore ai Lavori Pubblici Luis Walcher.
 Si tratta del più grande complesso scolastico del capoluogo. L’intervento comporterà una spesa di oltre 54 milioni di Euro. Nella parte finale della scorsa consiliatura, analoga delibera non ottenne i voti necessari per l’approvazione.  Rispetto alla prima stesura del progetto, è stata posta maggiore attenzione nella riqualificazione delle aree verdi, con nuove alberature, nuovi spazi esterni per un utilizzo anche di tipo scolastico. “Un intervento destinato a rendere queste scuole – avevano commentato il Sindaco Caramaschi ed il Vice  Walcher all’indomani del via libera della Giunta comunale- il fiore all’occhiello dell’edilizia scolastica cittadina”.
La scuola primaria “Longon” è situata nell’ala ovest dell’edificio principale mentre la scuola secondaria di primo grado “Archimede” occupa l’ala est.  A seguito degli incontri con i responsabili didattici e con l’amministrazione si sono evidenziate a carico dell’Istituto tra le altre alcune carenze: insufficiente numero di aule didattiche soprattutto in relazione a quelle speciali e ai locali di gruppo;sottodimensionamento di alcuni servizi comuni (p.es. segreteria, mensa, biblioteca, ecc.) o loro totale mancanza (p.es. aula magna, audiovisivi, ecc.); barriere architettoniche e problematiche legate alla sicurezza.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *