Cronaca Ultime Notizie

Norme anti Covid violate con disinvoltura, i Carabinieri intervengono e piovono sanzioni

17 Febbraio 2021

author:

Norme anti Covid violate con disinvoltura, i Carabinieri intervengono e piovono sanzioni

I militari delle Compagnie dipendenti dal Comando Provinciale Carabinieri di Bolzano hanno sanzionato decine di persone negli ultimi giorni per le violazioni delle norme vigenti per il contrasto alla diffusione della pandemia da COVID-19.
I militari della Stazione Carabinieri di Valdaora hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Bolzano per il reato di false attestazioni a pubblico ufficiale una donna 31enne fiorentina e un uomo 29enne trevigiano poiché, nel corso di un controllo alla circolazione stradale verso metà gennaio lungo la SS49 “della Pusteria”, al fine di eludere i controlli sulle vigenti restrizioni, avevano dichiarato falsamente, mediante autocertificazione, di trovarsi in val Pusteria per motivi lavorativi, in particolare per effettuare degli interventi tecnici presso un’azienda di Bolzano che poi i Carabinieri hanno scoperto essere addirittura stata cessata da tempo.
Diverse violazioni anche in val Venosta. A Curon Venosta quindici giovani sono stati sanzionati (per i minori la sanzione viene contestata al maggiorenne esercente la responsabilità genitoriale) poiché nel pomeriggio dell’11 febbraio scorso, giovedì grasso, stavano partecipando a una festa di carnevale privata senza mantenere la distanza interpersonale, creando di fatto un assembramento di persone.
Ancora per una festa di carnevale sono stati sanzionati dieci giovani a Silandro. Anch’essi stavano partecipando a una festa tra non conviventi senza mantenere tra loro le prescritte distanze di sicurezza.
Nella notte tra domenica e lunedì un giovane svizzero è stato fermato in un posto di controllo dei Carabinieri di Naturno ed è stato sanzionato per essere fuori dal comune di residenza o dimora.
Infine, i Carabinieri di Resia hanno contestato la violazione amministrativa a un 31enne residente in Svizzera poiché era appena entrato dall’Austria in violazione dell’ordinanza del Ministro della salute datata 13 febbraio 2021.
A Brunico, nel fine settimana, due udinesi e un badiota sono stati sanzionati per aver violato le limitazioni ai movimenti fuori comune/provincia. Al contempo nove persone sono state contravvenzionate per ubriachezza in pubblico.
A Nalles, tra sabato e domenica, i Carabinieri hanno colto “in flagranza” dieci giovani partecipanti a una festa privata in assembramento, privi di protezioni delle vie respiratorie ed in comuni differenti da quelli di residenza. Tutti sono stati sanzionati.
Infine a Laion i Carabinieri hanno sanzionato ben trentacinque persone – tra cui il titolare – presenti all’interno di un locale pubblico che sarebbe dovuto essere chiuso in osservanza delle norme vigenti in provincia. Il mancato rispetto delle misure di contenimento imposte da decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri, dato ordinanze del Ministro della Salute o da ordinanze del Presidente della Giunta provinciale di Bolzano è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro quattrocento a euro mille. Se la violazione avviene mediante l’utilizzo di un veicolo, detta sanzione aumenta fino a un terzo.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *