Politica Ultime Notizie

Emergenza Coronavirus, invio gratuito tramite e-mail dei certificati catastali

25 Febbraio 2021

author:

Emergenza Coronavirus, invio gratuito tramite e-mail dei certificati catastali

A fronte delle misure di emergenza che limitano l’accesso agli uffici e ai servizi pubblici, anche gli sportelli del Catasto e Libro fondiario sono accessibili esclusivamente in presenza di particolari urgenze, e comunque non per l’attività di consultazione. Su proposta dell’assessore provinciale competente, Massimo Bessone, la Giunta provinciale ha deciso ieri che, fino a quando l’attività di sportello e l’accesso al pubblico saranno preclusi, il recapito via e-mail dei certificati e delle visure sia gratuito, fermo restando il costo dei certificati stessi. In pratica non sarà applicato l’importo aggiuntivo di 10 euro.

“In tal modo intendiamo venire incontro alle esigenze dei cittadini garantendo loro l’accesso gratuito a determinati servizi in questo momento particolare legato alla pandemia”, sottolinea l’assessore Massimo Bessone che ricorda l’importanza di Catasto e Libro fondiario. Questo sistema, infatti, consente di conoscere l’esatta situazione di un immobile e di un fondo, per quanto riguarda proprietà ed eventuali ipoteche, fornendo da un lato certezza giuridica su quel bene, e dall’altro una base certa per la tassazione. “Catasto e Libro fondiario per mezzo della digitalizzazione dei dati e dei documenti, hanno dato vita a una piattaforma facilmente fruibile e in costante evoluzione che consente ai cittadini e professionisti di accedervi online”, sottolinea Bessone.  

“I cittadini hanno la facoltà di consultare gratuitamente online i propri dati catastali e tavolari tramite il portale myCIVIS alla voce “Visure catastali e tavolari online” con lo SPID o la Carta dei servizi”, fa presente Alfred Vedovelli, direttore della Ripartizione che ricorda come gli studi professionali e privati possono anche abbonarsi per accedere a tutti i dati con il sistema OPENkat

Foto, l’assessore provinciale Massimo Bessone con il direttore Alfred Vedovelli

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *