Cronaca Ultime Notizie

Bolzano. Comune, ASSB, Banco Alimentare e Rete Food Net BZ a sostegno delle famiglie in difficoltà causa Covid

5 Febbraio 2021

author:

Bolzano. Comune, ASSB, Banco Alimentare e Rete Food Net BZ a sostegno delle famiglie in difficoltà causa Covid

Stamane nel corso di una video conferenza stampa, il sindaco di Bolzano Renzo Caramaschi e l’assessore alle Politiche Sociale Juri Andriollo hanno presentato le iniziative a  sostegno delle famiglie in difficoltà  economica causa Covid -19. Azioni promosse dal  Comune di Bolzano  tramite l’ Azienda Servizi Sociali,  in collaborazione con il  Banco Alimentare  e le associazioni di volontariato che aderiscono alla  Rete  Food Net BZ .  “Iniziative -hanno specificato Sindaco e Assessore- che s’ inseriscono nel solco di un sistema di rete di protezione sociale che l’amministrazione comunale sta promuovendo per aiutare, in un periodo di crisi così grave e pesante, le persone che si trovano in una situazione di difficoltà momentanea  Una crisi che sta coinvolgendo persone e famiglie che sino allo scorso anno non avevano problemi gravi, ne carenza di reddito di queste proporzioni”.

Dopo aver provveduto alla distribuzione di buoni spesa alimentari la scorsa primavera per un totale di 568.000 Euro messi a disposizione allo scopo dallo Stato, la Città di Bolzano a fine anno, ha a sua volta messo a disposizione di ASSB di sua iniziativa,  350.000 Euro  per l’ acquisto di generi alimentari  di prima necessità che, grazie al coordinamento del Banco Alimentare, sono stati distribuiti dalle associazioni che operano nei quartieri, ai cittadini in difficoltà economica causa pandemia. Ad esempio per la diminuzione degli introiti derivanti dall’attività lavorativa sospesa o interrotta, o per la perdita del lavoro o altro. Nello specifico si è provveduto all’acquisto di derrate alimentare per 350.000 Euro distribuite in convenzione da Rete Food Net a cui ASSB aveva preventivamente indicato criteri di selezione dei beneficiari e modalità di consegna dei pacchi alimentari.

“Ora – hanno detto Caramaschi e Andriollo – si da seguito a quest’ultima iniziativa con un ulteriore somma di erogazione statale di 568.000 Euro che sarà utilizzata  per acquistare generi alimentari e distribuire pacchi alimentari alle persone in situazione di bisogno. Una situazione – come più volte sottolineato – che in questo momento potrebbe coinvolgere chiunque: dal vicino di casa, all’amico, al conoscente”.

ASSB, come ha chiarito la dirigente  Licia Manzardo,  andrà a stipulare una nuova convenzione con la Rete Food Net BZ per la distribuzione di pacchi alimentari. Saranno  perciò acquistate notevoli quantità di generi di consumo non deperibili grazie a convenzioni in essere. Con il supporto e la regia in qualità di capofila del Banco Alimentare e la partecipazione attiva delle associazioni coinvolte nella rete Food (La Strada – Der Weg; Società San Vincenzo de Paoli; Associazione Caritativa Santo Stefano; Südtiroler Vinzenzgemeinschaft; Volontarius;  Croce Rossa Italiana – Comitato Bolzano ODV) i pacchi alimentari saranno distribuiti in base ad appositi criteri  riferiti al reale stato di bisogno o necessità, concordati e fissati nelle varie convenzioni.

Mario De Luca e Luca Merlino, direttore e referente  del Banco Alimentare regionale hanno sottolineato che attualmente sul territorio comunale di Bolzano le persone assistite dal Banco stesso sono 5.266 con tendenza crescente. Si tratta di circa 1.300 famiglie.  “Questa nuova iniziativa – hanno detto – è una grande azione di responsabilità ed un ottimo esempio di sussidiarietà, di comunità cittadina che si raccoglie e si mette all’opera. Lo scorso anno solo a Bolzano sono stati distribuiti oltre 350 tonnellate di alimenti in città. Un dato di riferimento importante”.

Il sindaco  Renzo Caramaschi  ha sottolineato che il Coronavirus, per altro come ampiamente previsto, sta incidendo pesantemente sulla realtà economica e sociale ed in particolare sulle famiglie più deboli che vivono nel capoluogo. “E’ indispensabile perciò procedere ad un ulteriore distribuzione di generi alimentari attraverso le associazioni che ben conoscono i quartieri, per accelerare questo processo d’aiuto che è una piccola goccia in un mare di necessità. Vorrei invitare – ha aggiunto il Sindaco- sempre alla prudenza, al rispetto delle regole, ad una linea di comportamento rigorosa che ci deve accompagnare per tutto l’inverno e comunque fino a quando non sarà completata la vaccinazione di tutta la popolazione . Il nostro è un ulteriore contributo per aiutare chi ne ha bisogno in maniera rapida, efficace e capillare. Altro verrà per le varie categorie economiche, imprenditoriali, artigianali e gli esercizi commerciali pesantemente colpiti dalla crisi pandemica”.

Juri Andriollo, assessore alle Politiche Sociali del Comune capoluogo, ha ricordato lo slogan: “Bolzano c’è. Bolzano aiuta e non lascia indietro nessuno” che ben descrive come l’amministrazione comunale sia presente in una situazione di particolare difficoltà. “Non si tratta solo di aiutare concretamente le famiglie, ma di farlo insieme al terzo settore. Vogliamo – ha detto l’Assessore -sostenere le persone che in questo momento hanno concretamente bisogno di aiuto, c’è infatti un aumento esponenziale di famiglie in difficoltà”. Lo stesso Assessore ha voluto ricordare anche il  numero unico di aiuto COVID 0471 162611 per ricevere tutte le informazioni e mettersi così in contatto con le associazioni del territorio che possono dare una mano per la distribuzione dei pacchi alimentari base, la consegna della spesa e dei farmaci a domicilio, il trasporto per visite mediche o altre azioni di solidarietà

Per poter accedere al servizio di distribuzione dei pacchi alimentari i cittadini che ne hanno necessità sono invitati a rivolgersi direttamente alle associazioni coinvolte nel progetto.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *