Politica Ultime Notizie

Insegnanti ignorati e a mani vuote secondo il bilancio provinciale 2021?

15 Dicembre 2020

author:

Insegnanti ignorati e a mani vuote secondo il bilancio provinciale 2021?

Dopo la presentazione in Consiglio provinciale la settimana scorsa della legge di bilancio 2021 da parte del Presidente Arno Kompatscher, dal 16 dicembre prossimo il consiglio provinciale entrerà nel vivo della discussione. Dall’esame del quadro complessivo, il gruppo Verde rileva che tra i vari punti critici quelli più carenti riguardano il personale insegnante e quello sanitario. Presumibilmente il bilancio 2021 sarà dai 100 ai 200 milioni di euro inferiore rispetto al bilancio 2020. I dati esatti si conosceranno solo nel corso del primo semestre del 2021, ma viste le premesse e considerata la pandemia di Coronavirus, la politica sanitaria e quella sociale – rilevano i Verdi – ne escono relativamente bene. “Per il futuro riteniamo però indispensabile far confluire molte più risorse nella politica di gestione del personale dell’Azienda sanitaria e portare così finalmente a compimento il contratto di comparto per il personale non medico. È ora che questo accada” sottolinea Hanspeter Staffler.
Nel pacchetto della finanziaria la parte invece che lascia molto a desiderare – rileva Staffler – è quella dedicata all’istruzione. “Pare che il personale insegnante delle scuole primarie, medie e superiori rimarrà ancora una volta a mani vuote. Il contratto integrativo provinciale è atteso da anni, e le/gli insegnanti sono ormai esasperati. La mancanza di rispetto nei confronti di questa categoria professionale, oltre a creare frustrazione tra il personale insegnante, mette in pericolo l’intero settore, perché le e i giovani laureati si terranno alla larga dalle scuole.
Per uscire da questa crisi, oltre all’economia, bisogna dare certezze alle persone che in prima persona reggono la nostra sanità e la formazione delle future generazioni.” Così, senta tanti giri di parole, il consigliere Hanspeter Staffler.

Foto, Hanspeter Staffler

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *