Cultura & Società Ultime Notizie

Il ricordo. Nacque oggi Marlene Dietrich, indimenticabile icona del Cinema

27 Dicembre 2020

Il ricordo. Nacque oggi Marlene Dietrich, indimenticabile icona del Cinema

Marlene Dietrich nasce il 27 dicembre di 119 anni fa a Berlino, nel noto quartiere di Schöneberg. Inizia la sua carriera di attrice presso i teatri della capitale tedesca e esordisce nel film muto negli anni Venti. Il grande salto di qualità e notorietà avviene nel 1930 con “L’Angelo Azzurro” diretto da Josef von Sternberg, con il quale approda a Hollywood, dove viene accolta a braccia aperte dalla Casa di produzione cinematografica Paramount. Sempre nel 1930 a fianco di Gary Cooper gira il dramma “Marocco” grazie al quale ottiene una nomination all’Oscar come migliore protagonista.
Durante gli anni del Nazionalsocialismo anziché sostenere la propaganda nazista nel Terzo Reich, come hanno fatto molti, Marlene intrattiene i soldati americani nei pressi del fronte e i feriti negli ospedali di guerra. Il presidente americano Harry S. Truman le riconosce i meriti nel 1947 con una medaglia al merito.
Dagli anni Cinquanta Dietrich si esibisce prevalentemente come cantante. Tra i suoi brani più famosi ricordiamo “Ich bin von Kopf bis Fuß auf Liebe eingestellt”, “Lili Marleen”, “Ich hab noch einen Koffer in Berlin” e “Sag mir, wo die Blumen sind”. Riconoscimenti per le sue produzioni cinematografiche di questo periodo postbellico li ottiene per i film “Zeugin der Anklage” (1957) e “Urteil von Nürnberg” (1961). Dopo il suo ultimo film “Schöner Gigolo, armer Gigolo” (1978) Marlene Dietrich smette di lavorare a causa delle sue precarie condizioni di salute. Fino alla morte, nel 1992 vive in solitudine in un appartamento a Parigi nella Avenue Montaigne, dove per oltre 11 anni, tranne i suoi famigliari stretti e il personale di servizio, nessuno ha accesso per visitarla. Marlene intrattiene rapporti con il mondo esterno solo attraverso il telefono.
Le sue spoglie riposano presso il cimitero di Schöneberg a Berlino, la sua città natale.
Ci rimane una lista sterminata di film, tra questi meritano di essere ricordati “Die rote Lola” diretto da Alfred Hitchcock, anno 1950, “Engel der Gejagten” diretto da Fritz Lang anno 1952 e “Im Zeichen des Bösen”, diretto da Orson Welles, anno 1958.
Molti i riconoscimenti, tra cui la nomina per il Golden Globe come migliore protagonista nel film Zeugin der Anklage” nel 1958, il Davide di Donatello per l’“Urteil von Nürnberg” nel 1962 e altri.

Giornalista pubblicista, scrittore.
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *