Cronaca Ultime Notizie

Droga in casa, carabinieri denunciano un uomo a Lana

17 Dicembre 2020

author:

Droga in casa, carabinieri denunciano un uomo a Lana

I militari della Compagnia Carabinieri di Merano hanno denunciato in stato di libertà per le ipotesi di reato di produzione e detenzione di stupefacenti e detenzione di armi un trentaduenne di Lana già noto ai militari di quel Comando Stazione per analoghi precedenti comportamenti.

In tarda serata, poco prima delle 23, sono giunte sul numero unico europeo di pronto intervento “NUE” 112 alcune chiamate di residenti a Lana molestati da schiamazzi e rumori molesti, urla, pugni sul muro e vetri rotti non potevano lasciar riposare il vicinato.

La centrale operativa dei CC di Merano ha quindi mandato sul posto un’autopattuglia della Stazione CC di Scena e una dell’aliquota radiomobile poiché l’operatore aveva capito che poteva trattarsi di un soggetto già noto ai CC per l’uso smodato di sostanze psicotrope.

Alla vista dei militari, il soggetto autore degli schiamazzi era evidentemente “fatto”, certo non fino al punto di non capire cosa stesse succedendo perché alla vista dei carabinieri se l’è data a gambe tra la case del centro di Lana, riuscendo a far perdere le proprie tracce fuggendo a bordo di un trattore che ha nel frattempo sottratto al fratello (peraltro con immaginabili rischi per gli altri utenti della strada, strada fortunatamente poco frequentata a quell’ora della notte).

All’interno dell’abitazione gli operatori hanno sentito il tipico acre odore di marijuana e hanno quindi proceduto ad eseguire una perquisizione d’iniziativa. Nel corso della stessa hanno rinvenuto più di otto etti di marijuana, un pezzetto di circa mezzo grammo di hashish, quattro piante di cannabis indica , un bilancino elettronico, una serra artigianale completa di lampada, filtro e sistema di riscaldamento sette flaconi di concime per la coltivazione. Inoltre sono state trovate le seguenti armi e repliche di armi: una carabina ad aria compressa cal. 4,5 con ottica, una balestra e un fucile ad aria compressa con ottica replica di un fucile d’assalto sovietico AK-47.

Tutto il materiale e la droga sono stati sottoposti a sequestro ma pur trovando un significativo quantitativo di marijuana, i carabinieri non hanno potuto arrestarne il detentore poiché è scomparso nel nulla. Quando poi il giorno dopo è riapparso, ormai lo stato di flagranza era trascorso e quindi l’arresto non sarebbe più stato giustificato.

È stato denunciato quindi alla Procura della Repubblica di Bolzano per i reati di produzione e possesso di droga e per detenzione di armi.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *