Esteri Ultime Notizie

Destino segnato dal coronavirus: spostata a luglio 2021 l’edizione del Giubileo della 25° ART Innsbruck

18 Dicembre 2020

author:

Destino segnato dal coronavirus: spostata a luglio 2021 l’edizione del Giubileo della 25° ART Innsbruck

Il 2020, all’insegna del coronavirus, è stato un anno durissimo per tutti gli artisti e ora deve anche fare i conti con una vittima illustre. A causa dei provvedimenti restrittivi dovuti alla pandemia, l’ART Innsbruck, di fama internazionale, è stata spostata al 2021 dal giorno 8 luglio fino al giorno 11 luglio. Tuttavia, questo grande evento rimane ancora entro i confini del Tirolo e di Innsbruck rappresentando un appuntamento fisso nel panorama fieristico e degli eventi locale.

Risente duramente del fatto che si tratta della fiera del Giubileo l’organizzatrice e direttrice della manifestazione Johanna Penz. “Si tratta della 25° edizione della ART Innsbruck e, pertanto, era per noi importante mettersi al riparo dai rischi della pandemia per un lasso di tempo abbastanza lungo al fine di salvaguardare la salute dei visitatori, ma anche di tutti i partecipanti e dei nostri espositori, affinché ci sia per tutti la piena sicurezza di pianificazione”. Secondo Penz, tutte le gallerie espositrici hanno compreso la motivazione di questo cambio di data che ha subito suscitato delle reazioni positive. “Per tutti coloro che operano nel settore dell’arte, questo è un buon segno che giunge ancora prima del Natale e della fine di questo anno drammatico e snervante per tutti, un 2020 nemico dell’arte”. Per la fiera del Giubileo, Johanna Penz promette alcune sorprese grandiose, sia per gli espositori, gli artisti che per i visitatori. Per informazioni sulla 25° ART Innsbruck 2021: consultare il sito http://www.art-innsbruck.com

Gli espositori storici rimangono fedeli alla ART-Innsbruck e non si lasciano intimorire dal coronavirus!

La 25° ART Innsbruck, ben sei mesi prima della data fissata in alternativa per il mese di luglio 2021, già registra un numero di prenotazioni più che positivo “da sempre, noi rappresentiamo la differenza rispetto alle altre fiere dell’arte, perché la nostra è una manifestazione più diversificata, eterogenea, e più all’insegna del glamour. E questo, ovviamente, è sempre stato un motivo per opinioni divergenti. Ma ora è stato effettivamente mostrato e dimostrato che questo è esattamente ciò che i nostri espositori, i nostri artisti e il nostro pubblico apprezzano e amano ad ART Innsbruck. E ovviamente per tutti i partecipanti è garantito un sicuro piano di prevenzione anti-Covid 19 all’insegna della massima accuratezza” afferma Penz.

A dispetto della crisi dell’arte: un Giubileo di classe speciale!

Anche per la 25° ART Innsbruck hanno confermato nuovamente la loro partecipazione espositori di una certa fama. La galleria FORUM KUNST contemporary di Millstatt/Austria, tra l’altro con le opere del noto artista austriaco Peter Sengl, padre di Deborah Sengl, del sudcoreano Ha Hoengeun e del collettivo di artisti “three”. Parimenti la ART/OF Gallery di Offenbach con un programma di grosso calibro di tra l’altro Markus Lüpertz, Arnulf Rainer, AR PENCK, Sigmar Polke, Jörg Immendorff, Josef Beuys, Stefan Balkenhol. Degna di menzione anche la Galerie Depelmann di Langenhagen/Germania, che già nella primissima ART è stata la galleria che ha confermato per prima la sua partecipazione (!) commentando “non sappiamo esattamente cosa fate, ma ci avete convinto e ci fidiamo di voi”, con i suoi valenti “blue chips” come, ad esempio, Maria Moser dall’Austria, o Josef Ebnöther della Svizzera e Thomas Ritter e Katharina Lichtenscheidt della Germania.

La ART Innsbruck rappresenta una magnifica occasione per tessere relazioni a livello regionale e internazionale tra artisti e persone interessate e, soprattutto, con la piena soddisfazione di collezionisti e amanti dell’arte.
Il punto focale della fiera per quanto riguarda il contenuto è l’arte contemporanea internazionale. Gallerie e mercanti di opere d’arte provenienti dalle più diverse nazioni presentano arte figurativa internazionale contemporanea, arte moderna e classica, Pop Art e altre correnti del 19°/20°/21° secolo – dipinti, lavori su carta, oggetti placcati, opere grafiche originali, sculture, oggetti/installazioni, fotografie, nuovi mezzi di comunicazione nonché progetti artistici innovativi.

Foto/c-DieFotografen

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *