Cronaca Ultime Notizie

Bolzano. Bilancio provinciale, dal dire al fare servono i soldi commentano i Verdi

12 Dicembre 2020

author:

Bolzano. Bilancio provinciale, dal dire al fare servono i soldi commentano i Verdi

Soddisfatti i Verdi per le dichiarazioni di Arno Kompatscher in merito al bilancio provinciale 2021. Pieno consenso sui principi fondanti sostenibilità, “green deal”, lotta al cambio climatico e parità di genere espressi nel discorso di ieri. “Ne prendiamo atto con soddisfazione” hanno commentato la consigliera e i consiglieri Verdi in Consiglio provinciale.“Tuttavia, le fredde cifre contenute del bilancio provinciale parlano un’altra lingua” è l’immediato corrolario con le motivazioni che “l’assessorato di gran lunga più debole finanziariamente è quello di Maria Kuenzer competente per la tutela della natura e del paesaggio, urbanistica e belle arti. La somma a sua disposizione è un centesimo rispetto quella assegnata a Widmann. Anche la cultura, già molto provata dagli effetti della pandemia, subisce un sensibile calo, insieme all’ambiente. E il sociale, fattore decisivo in questa fase di crisi e sempre al limite delle possibilità, si mantiene a fatica. Non a caso le persone e le associazioni che si occupano del sociale hanno ripetuto di continuo che proprio ora sul sociale non si deve assolutamente risparmiare!” Insomma, alle dichiarazioni di principio non corrisponderebbero poi i fatti, e quindi i soldi stanziati.

Dal canto suo Cristina Masera, segretaria generale della CGIl/AGB pur condividendo i principi fondativi del programma rivendica il coinvolgimento del sindacato. “Parlare di fiducia e di coesione sociale, affrontare uniti le sfide – scrive in una nota la segretaria – è del tutto auspicabile. Il sindacato rivendica il coinvolgimento e la possibilità di dare il proprio contributo di pensiero, sia sulla futura sostenibilità sociale e sulla diminuzione delle diseguaglianze, sia sulla programmazione del futuro sviluppo economico della nostra Provincia”.
Per Masera, affrontare le sfide future uniti significa anche affrontare i problemi e le necessarie riflessioni sulla sanità o sul mancato rinnovo della scuola ad esempio, senza che questo venga preso come un atteggiamento distruttivo o disturbante.
“Le discussioni siano uno stimolo per ottenere un risultato migliore. Quando i principi di fondo ci accomunano, anche attraverso il dibattito si trovano le sintesi, perché nessuno in questa terra sia lasciato indietro e perché nessuno utilizzi le risorse che prendiamo in prestito dalle future generazioni. La sfida del 2021 sarà questa perché la coesione nasce dalla riflessione comune su obbiettivi, mezzi e percorsi”, conclude Masera in una nota.

Foto, Bolzano palazzo consiglio provinciale

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *