Cronaca Ultime Notizie

Bolzano. “Basta, non accettiamo questa decisione”, i Commercianti indignati contro la Giunta provinciale

3 Novembre 2020

author:

Bolzano. “Basta, non accettiamo questa decisione”, i Commercianti indignati contro la Giunta provinciale

“Non accettiamo questa decisione. Il commercio non è assolutamente un Hotspot! Non lo accettiamo assolutamente: anche in quest’epoca di Coronavirus, fare shopping in Alto Adige è sempre stato sicuro. Il commercio non è in alcun modo un Hotspot!”, afferma con forza il presidente dell’Unione commercio turismo servizi Alto Adige Philipp Moser in una prima reazione alla nuova ordinanza urgente della Giunta provinciale.A tutt’ oggi, qui in provincia, il commercio al dettaglio ha fatto la sua parte con scrupolosità, rispettando tutte le severe prescrizioni e le norme igieniche che hanno garantito la possibilità di compiere i propri acquisti nei vivaci paesi e città dell’Alto Adige.
Moser critica apertamente il presidente della Giunta provinciale e l’assessore competente: “Questa decisione, signori miei, non è giustificabile! Invece di ringraziare di tutto cuore i molti commercianti e i loro collaboratori, per essersi impegnati a far sì che fosse possibile acquistare in tutta sicurezza e accogliere i clienti con assistenza personalizzata, consulenze e cordialità, nonostante la distanza sociale, si decide ora di punirli. Non dimentichiamo che molte aziende commerciali sono di piccole dimensioni e, in gran parte, a conduzione familiare”, sottolinea Moser.
L’Unione non accetta questa decisione della Giunta provinciale ribadisce Moser. “Non si tratta di chiedere compensazioni finanziarie anche per il commercio, così da sostenerlo. Il commercio deve poter continuare a lavorare”, chiede il presidente dell’Unione. “In particolare il commercio al dettaglio stazionario lotta da mesi con grandi difficoltà, ed è una delle vittime principali di questa crisi. Semplicemente non possiamo accettare questa chiusura forzata. L’Unione si riserva di intraprendere ulteriori passi” conclude Philipp Moser. 

In foto, Philipp Moser

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *