Cultura & Società Ultime Notizie

«Il programma Restart Alto Adige mostra il suo successo»

17 Ottobre 2020

author:

«Il programma Restart Alto Adige mostra il suo successo»

IDM lancia la prima campagna d’immagine, che presenta l’Alto Adige in toto e lo rende un marchio regionale.

Nell’autunno 2019 IDM Alto Adige ha presentato la sua nuova strategia. Questa è la vision alla base: rendere l’Alto Adige l’habitat sostenibile più ambito d’Europa. Il mondo oggi è molto diverso rispetto ad un anno fa, ma l’obiettivo di IDM è sempre lo stesso. Anche durante la crisi legata al Coronavirus, che ha accelerato molti sviluppi, la strategia di IDM si è rivelata essere una bussola per la ripartenza del territorio e ha reso possibili importanti risultati. Questo comprende ad esempio l’ulteriore sviluppo del marchio ombrello, percorso che ora è stato completato. La nuova e prima campagna d’immagine, che presenta l’Alto Adige in toto e come esperienza da vivere nella sua completezza, è l’inizio di un riposizionamento del marketing del territorio. Oggi, in occasione di una conferenza stampa, il Presidente di IDM Hansi Pichler e il Direttore Generale Erwin Hinteregger hanno presentato la nuova campagna con lo spot televisivo e hanno ripercorso un anno ricco con un bilancio molto positivo.

Essere impulso e forza motrice per lo sviluppo economico sostenibile dell’Alto Adige e contribuire in questo modo a rendere il territorio l’habitat più ambito d’Europa: questo è il grande obiettivo che si è prefissato IDM. Esattamente un anno fa, il Management Board ha presentato le nuove strategie, le attività principali e le priorità nel lavoro, attraverso le quali IDM vuole raggiungere questo obiettivo. «Accanto alla sostenibilità, che è il segno distintivo dell’Alto Adige e l’elemento che permette di rimane­re competitivi sul mercato internazionale e avere successo, abbiamo definito tre strategie chiave: il rafforzamento del marchio ombrello, l’ulteriore potenziamento della leadership in tutti i settori e l’internazionalizzazione. La crisi legata al Coronavirus ha confermato che abbiamo fissato le giuste priorità – tutti questi temi sono diventati e rimarranno più importanti e attuali che mai negli ultimi mesi», afferma il Presidente di IDM Hansi Pichler.

«In realtà, la crisi e tutte le sue conseguenze è stata una specie di test per la nostra nuova organizzazione», dichiara il Direttore Generale di IDM Erwin Hinteregger. «Dopo il grande successo dei Campionati mondiali di biathlon ad Anterselva, dove abbiamo mostrato il lato migliore del nostro territorio nella Südtirol Home Alto Adige, il mondo così come lo conoscevamo è drasticamente cambiato da un giorno all’altro. IDM ha subito preso in mano la situazione e in breve tempo ha lanciato il pacchetto di misure “Restart Alto Adige”, per fornire un impulso all’economia altoatesina e sostenere i settori più colpiti con misure e progetti concreti per reagire in maniera rapida e con nuova forza. Il fatto che le misure abbiano funzionato così bene e che i risultati si siano visti già dall’inizio del programma è stata la prova che la nostra strategia è giusta: non è cambiata affatto durante la crisi, anzi, alcuni processi si sono addirittura accelerati».

Il segnale di partenza del pacchetto di misure “Restart Alto Adige” è stato dato dalla campagna di dialogo #quellocheamo, mentre in parallelo si stava già lavorando intensamente alle campagne di riavvio per i mercati target. «Siamo riusciti a lanciare queste campagne proprio nel momento giusto. In questo modo abbiamo fissato l’Alto Adige nella mente delle persone e abbiamo aumentato rapidamente le richieste verso il nostro territorio», sostiene Hinteregger. Il blocco del turismo durante il lockdown ha colpito anche molti altri settori, come l’artigianato, il commercio o la realizzazione di prodotti di qualità, che hanno visto scomparire da un giorno all’altro un importante ramo d’attività. IDM ha quindi richiamato l’attenzione sui prodotti e sulle offerte altoatesine attraverso una campagna di solidarietà in Alto Adige dal nome “#Io.Tu.Noi.Alto Adige”, che ha coinvolto tutti i settori. L’obiettivo della campagna è stato quello di rafforzare i cicli locali e aumentare il valore aggiunto nel territorio. Per sostenere e incrementare le esportazioni in un momento in cui era difficile stabilire nuovi contatti commerciali a causa di fiere ed eventi cancellati, in brevissimo tempo IDM ha organizzato molte iniziative online. In questo modo sono nati formati interessanti, come ad esempio gli Export Days digitali, in cui le aziende si sono confrontate con gli esperti dei più importanti mercati mondiali, o le degustazioni di vino online, che hanno offerto ai partecipanti la possibilità di mostrare virtualmente il luogo di provenienza del vino protagonista della degustazione.

«Soprattutto in un momento di crisi, è essenziale reagire velocemente e in modo efficace. Tuttavia, questo richiede una strategia chiara, che sia seguita in maniera coerente» afferma convinto il Direttore Generale di IDM. Una delle prime strategie di IDM è il rafforzamento del marchio ombrello. Proprio in questo momento è importante renderlo ancora più attrattivo, riconoscibile e desiderabile e proiettarlo nel futuro: «Sono convinto che proprio le regioni che possono farlo avranno successo – e solo poche regioni hanno i presupposti per fare ciò. L’Alto Adige è una di queste. Per questo motivo, per la prima volta nella storia dell’Alto Adige noi di IDM abbiamo sviluppato una campagna d’immagine che presenta il territorio in toto e come esperienza da vivere nella sua completezza: come destinazione, terra di provenienza dei prodotti agroalimentari e location ideale dell’industria e dell’artigianato. Il marchio ombrello raggiunge così un nuovo livello e si trasforma da marchio di destinazione a marchio regionale. Questo lo renderà ancora più desiderabile a livello internazionale». La campagna d’immagine sarà lanciata nei mercati principali dell’Alto Adige, Germania, Austria, Svizzera e Italia, sui più rinomati e diffusi media cartacei e digitali. Uno degli elementi salienti della campagna è uno spot televisivo, che verrà trasmesso per la prima volta dopo molti anni sulle più importanti emittenti televisive dei Paesi di riferimento. La campagna d’immagine è incentrata sulle persone e sulla qualità e racconta storie di incontri tra persone in e dall’Alto Adige, da cui nascono prodotti ed esperienze uniche con il messaggio: “Le cose buone provengono da incontri speciali”.

Foto, da sinistra il Presidente di IDM Hansi Pichler e il Direttore Generale di IDM Erwin Hinteregger. Nell’altra fotografia è ritratto il Board di IDM (da sinistra): i Direttori di dipartimento Wolfgang Töchterle (Marketing) e Stephan Wenger (Agrar), il Direttore Generale di IDM Erwin Hinteregger, la Direttrice di dipartimento Vera Leonardelli (Business Development), il Presidente di IDM Hansi Pichler e il Direttore di dipartimento Andrea Zabini (Finance)/c-succus

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *