Cronaca Ultime Notizie

FESR, nuova programmazione dedicata alla trasformazione green

3 Ottobre 2020

author:

FESR, nuova programmazione dedicata alla trasformazione green

I progetti europei per lo sviluppo regionale sono una leva fondamentale per un’Europa più unita e sostenibile. Questo l’approccio del VI Comitato di sorveglianza per il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, che ieri si è riunito in teleconferenza per fare il punto sul programma operativo “Investimenti a favore della crescita e l’occupazione” 2014-20. Contemporaneamente sono già inziati i lavori per la pianificazione del nuovo periodo di programmazione 2021-27 che mette a disposizione risorse strategiche suddivise in diversi ambiti di intervento quali la trasformazione green, la digitalizzazione e la resilienza contro il cambiamento climatico. “Il bilancio della programmazione 2014-20 mostra che abbiamo utilizzato il 100% delle risorse disponibili, raggiungendo tutti gli obiettivi che l’Europa ci chiedeva. Con la futura programmazione abbiamo l’opportunità continuare su questa strada, secondo un modello di sviluppo basato sulla sostenibilità e sulla trasformazione digitale: un modello che come Alto Adige possiamo interpretare in modo innovativo puntando sulle nostre specificità territoriali” ha ricordato il Presidente della Provincia, titolare in Giunta della delega all’Europa.
Complessivamente il periodo di programmazione 2014-20 ha visto l’utilizzo del 100% dei 144,8 milioni di euro disponibili (145 milioni impegnati). Sfruttate al massimo anche le risorse dei 4 obiettivi strategici del programma: ricerca e innovazione (33,6 milioni di euro impegnati pari al 102% delle risorse disponibili), contesto digitale (33,9 milioni impegnati, 104%), ambiente sostenibile e risanamento energetico (42,9 milioni, 99%) e territorio sicuro (29,1 milioni di euro, 96%). Fra i progetti realizzati ci sono numerose opere di protezione del territorio di tutta la provincia dai sempre più frequenti eventi climatici estremi, come il rafforzamento degli argini dei fiumi e briglie di contenimento e muri di difesa dalle piene, opere per il risanamento energetico degli edifici (asili, scuole, municipi, case Ipes, caserme dei pompieri, case delle associazioni e strutture assistenziali) ma anche progetti per lo sviluppo intelligente e innovativo dell’economia e del territorio quali strumenti per la produzione industriale 4.0, mangimi speciali per la zootecnia, droni intelligenti, robot e applicazioni di meccatronica pensate per operare in alta montagna e in condizioni estreme, o ancora nuove tecnologie per l’industria alimentare destinata all’uomo.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *