Esteri Ultime Notizie

Diecimila indigeni marciano verso Bogotá

17 Ottobre 2020

author:

Diecimila indigeni marciano verso Bogotá

Una marcia di protesta di circa diecimila indigeni si sta spostando verso la capitale della Colombia, Bogotá. Alcuni dei manifestanti sono in movimento da una settimana. Gli indigeni colombiani sono arrivati nella città di Cali lunedì scorso, 12 ottobre. Lì volevano parlare con il presidente Ivan Duque, ma lui ha inviato una delegazione. Dopo due giorni di colloqui infruttuosi, gli indigeni hanno iniziato a spostarsi verso la capitale. Sono partiti mercoledì mattina e si fermeranno a manifestare nelle città di Armenia, Ibagué, Fusagasugà e Soacha. Lunedì prossimo, 19 ottobre, vogliono raggiungere Bogotà.

La marcia di protesta, chiamata anche Minga, è iniziata a Cauca, nel sud-ovest del Paese. La regione ha una vasta popolazione indigena. Secondo l’ONU, è una delle aree più colpite dalla violenza anti-indigena. Ci sono stati almeno 42 massacri solo quest’anno. Questo è il peggiore assalto ai gruppi armati dalla firma dell’accordo di pace. Quest’anno sono già stati uccisi 76 leader indigeni.

Gli indigeni stanno protestando contro la perdita del loro habitat, l’uccisione dei membri delle loro tribù e la crescente insicurezza nelle loro zone. Chiedono la piena attuazione dell’accordo di pace firmato nel 2016 con l’allora gruppo di guerriglieri FARC e il diritto di essere consultati sulla realizzazione di grandi progetti di costruzione nei loro territori.

Circa il 4,5% dei 50 milioni di abitanti della Colombia sono indigeni. L’accordo di pace del 2016 ha ridotto la violenza politica che durava da oltre sei decenni nel Paese. Ma il conflitto si è intensificato nelle ultime settimane con decine di massacri. Da quando il presidente è entrato in carica nell’agosto 2018, secondo le organizzazioni indigene, ci sono stati 167 omicidi di indigeni.

La parola Minga (mink’a in lingua quechua) si riferisce a un’antica tradizione di lavoro comunitario o collettivo a fini sociali. Le organizzazioni indigene in Colombia lavorano dal 1980 secondo quattro principi fondamentali: Unità, terra (legge), cultura e autonomia. Il concetto di minga raccoglie questi quattro principi. Una minga fa appello alla forza e all’unità di tutti i popoli indigeni per un unico obiettivo: la rivendicazione dei diritti indigeni. Negli ultimi anni, i popoli indigeni della Colombia hanno usato la minga come un meccanismo per farsi ascoltare e per trovare uno spazio nel governo per le loro richieste o per esprimere la loro insoddisfazione per ciò che stanno vivendo nei loro territori.

Foto/c-Jenni Contreras CC BY 2.0.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *