Cronaca Economia Ultime Notizie

Calano gli acquisti di domenica, apertura negozi non necessaria

12 Ottobre 2020

author:

Calano gli acquisti di domenica, apertura negozi non necessaria

Gli ultimi mesi l’hanno messo chiaramente in evidenza: l’apertura dei negozi alla domenica non è più una necessità, sottolinea l’Unione commercio turismo servizi Alto Adige. “Nelle domeniche aperte non si fanno quasi più acquisti e, ciononostante, le persone vivono ugualmente e sono ben approvvigionate”, precisa il presidente dell’Unione Philipp Moser sintetizzando la situazione. Il presidente dell’Unione Philipp Moser: “È arrivato il momento di tornare a regolamentare autonomamente gli orari di apertura dei negozi!”
Questa circostanza è stata ribadita da una recente dichiarazione di Harald Antley, membro del consiglio d’amministrazione – e futuro presidente del consiglio stesso – del più grande gruppo di commercio al dettaglio di alimentari in Alto Adige, il quale ha ammesso il calo delle vendite nelle giornate di sabato e domenica. Le persone si sarebbero quindi abituate a compiere i propri acquisti maggiormente da lunedì a venerdì e anche, almeno generalmente, a un orario anticipato. Alle 19.00, infatti, le filiali sono in parte già vuote. “Queste esperienze ci insegnano che non esiste più alcuna necessità di tenere i negozi aperti alla domenica e nei festivi. Nel frattempo, inoltre, la sensibilità verso il riposo domenicale ha assunto una posizione prioritaria”, aggiunge Moser.
L’Unione continuerà a portare avanti il proprio impegno per una reintroduzione di orari di apertura regolamentati e, in particolare, per una nuova regolamentazione delle aperture domenicali e festive. A fine luglio la Commissione dei 12 ha già dato il via libera per la norma di attuazione necessaria a una regolamentazione autonoma delle aperture domenicali e festive nelle Province Autonome di Bolzano e Trento. La proposta della Commissione di autonomia è stata inoltrata ai competenti ministeri per l’approvazione.
Le domeniche e i festivi appartengono alle famiglie, ai nostri valori e al giusto riposo. Le domeniche non generano ulteriore fatturato; quello settimanale viene solo suddiviso in sette giorni – a tutto svantaggio delle nostre numerose imprese familiari con i loro collaboratori, riassume l’Unione.

Foto. Philipp Moser

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *