Cronaca Ultime Notizie

Bolzano. Intensa attività della polizia tra arresti, sanzioni e sequestro di droga

31 Ottobre 2020

author:

Bolzano. Intensa attività della polizia tra arresti, sanzioni e sequestro di droga

Nel corso di questa settimana la Questura di Bolzano in collaborazione con il Reparto Prevenzione Crimine “Lombardia” ha effettuato ampi controlli in città, sia in centro che nelle zone limitrofe. Come noto, nei pressi della stazione ferroviaria del capoluogo altoatesino numerose persone irregolari sul territorio bivaccano ed arrecano disturbo alla cittadinanza. Infatti, in quelle zone, in particolare tra via Alto Adige, vai Perathoner e viale della Stazione, nonché nel parco antistante della stazione ferroviaria sono frequenti di reati di spaccio e furti. Nel corso dell’attività di controllo da parte delle forze dell’ordine sono state identificate oltre centoquaranta persone. Inoltre è stato ripetutamente controllato un pubblico esercizio noto per le frequenti lamentele da parte degli abitanti della zona.   Inoltre sono stati controllati numerosi veicoli lungo le arterie principali della città. La maggior parte delle persone identificate è risultata gravata da precedenti penali o di polizia e nei confronti di alcune sono stati adottati provvedimenti sanzionatori o di prevenzione.
Mercoledì sera i poliziotti hanno arrestato in via Renon una donna di origine russa gravata da un provvedimento di esecuzione della custodia cautelare in carcere emesso dal G. I. P. del Tribunale di Bolzano per diversi reati. Nel corso della perquisizione eseguita al momento del controllo, la donna, è stata trovata in possesso anche di un tronchesino e di alcuni indumenti che aveva rubato in un negozio del centro, asportando la placca antitaccheggio, poco prima di essere fermata. Oltre all’arresto la donna è stata denunciata per il furto, per il possesso del tronchesino e per non aver ottemperato al divieto di ritorno nel Comune di Bolzano, disposto dal Questore per un periodo di 3 anni.

Il giorno successivo, sempre di sera, gli operatori del Reparto Prevenzione Crimine “Lombardia”, appositamente impiegati nella zona della Stazione, hanno arrestato un cittadino nigeriano di 25 anni, che aveva poco prima rapinato una donna, nei pressi di piazza Walther, impossessandosi con violenza del suo cellulare.

Alla vista della pattuglia della Polizia, la donna ha chiesto aiuto e gli agenti, dopo un breve inseguimento, hanno bloccato l’uomo. L’uomo ha cercato di sfuggire all’arresto, lanciando a terra il telefonino e colpendo con dei calci i poliziotti che l’hanno immobilizzato ed ammanettato. Va evidenziato che nella stessa giornata il nigeriano era già stato controllato due volte e denunciato dagli operatori di una volante per il possesso di oggetti atti ad offendere. Era stato fermato dopo una lite con un connazionale in via Alto Adige con le mani sporche di sangue nelle quali teneva un coltello da cucina, con una lama di 11 centimetri ed un cavalletto da bicicletta.

Inoltre sono state denunciate a piede libero 12 persone nella zona compresa tra viale della Stazione, via Laurin, via Alto Adige e via Perathoner, per reati che vanno dal furto alla ricettazione, all’estorsione, al porto di armi da taglio ed alla detenzione di sostanze stupefacenti per lo spaccio.

Nella sola serata di venerdì, in viale Stazione, gli agenti della Squadra Volante hanno denunciato due stranieri trovati in possesso, rispettivamente, di 18 e 13 pezzi di hashish, per un peso complessivo di 24 grammi.

Con l’ausilio di due Unità Cinofile della Guardia di Finanza sono stati effettuati diversi controlli nei luoghi abitualmente frequentati da spacciatori e consumatori di sostanze stupefacenti ed all’esterno di alcuni istituti scolastici, rinvenendo e sequestrando oltre 60 grammi di droghe di diverso tipo.

Sono, inoltre, state irrogate alcune sanzioni amministrative. Un uomo è stato sanzionato per atti contrari alla pubblica decenza, perché sorpreso ad urinare nei pressi di piazza Stazione, mentre altre 3 persone sono state contravvenzionate perché non rispettavano le misure anti COVID-19.

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *