Cultura & Società Ultime Notizie

Settimane Musicali Gustav Mahler Dobbiaco 2020 in versione ridotta il 4 e 8 settembre

1 Settembre 2020

author:

Settimane Musicali Gustav Mahler Dobbiaco 2020 in versione ridotta il 4 e 8 settembre

Nell’ambito di „Music at the Grand Hotel”, al Centro Culturale Euregio Gustav Mahler Dobbiaco, venerdì 4 e martedì 8 settembre si terranno due concerti per dare voce ai musicisti del territorio.

La 40esima edizione delle Settimane Musicali Gustav Mahler a luglio è stata cancellata. I musicisti hanno passato lunghe settimane in lockdown, la scena musicale è pressoché rimasta muta. Grazie all’iniziativa culturale “Music at the Grandhotel”, una forma ridotta del cartellone previsto per la stagione estiva 2020, possiamo goderci qualche scampolo d’estate musicale – il 4 e 8 settembre risuoneranno brani scritti ed eseguiti da musicisti altoatesini e dell’Euregio. Un piccolo contributo delle Settimane Musicali Gustav Mahler per dare ascolto e voce alla scena musicale del territorio.  Un ringraziamento va ai sostenitori di lunga data delle Settimane Musicali Gustav Mahler che oltre al sostegno dell’edizione digitale di luglio 2020, danno il loro contributo anche ai due concerti in programma: Regione Autonoma Trentino Alto Adige, Comune di Dobbiaco, Fondazione Centro Culturale Euregio Gustav Mahler Dobbiaco Dolomiti, Alperia e Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano.

Nel concerto in programma venerdì 4 settembre, una compositrice e due compositori contemporanei trascrivono un brano di Mahler già esistente da „Des Knaben Wunderhorn“ per un organico di 4 voci violino e fisarmonica. L’arrangiamento dell’originale fa da riferimento al brano che andrà a crearsi. Sono stati scelti la compositrice svizzera Katharina Rosenberger e i due compositori sudtirolesi Hannes Kerschbaumer e Alexander Kaiser.

L’ensemble vocale Cantando Admont riunisce cantanti dotati di grande talento in un corpo sonoro, singole voci che diventano un insieme di grande spessore espressivo. L’ensemble viene affiancato da tre interpreti di spicco:  Johannes Haase, violino; Marco Sala, clarinetto; Maria Mogas Gensana, fisarmonica. L’ensemble è stato fondato nel 2016 da Cordula Bürgi con l’intento di promuovere e diffondere la musica vocale contemporanea. Il progetto è nato dalla collaborazione con l’Unione Artisti Sudtirolesi che ha commissionato i brani ai compositori.

Martedì 8 settembre sarà la volta dell’Ensemble da Camera Gustav Mahler Toblach (otto strumentisti molto noti in Sudtirolo e il veronese Simone Marchesini, baritono molto apprezzato in Trentino e in Alto Adige.

In programma il ciclo di lieder “Canti per i bambini morti” sui testi struggenti delle poesie di Friedrich Rückert e l’Ottetti in MI bemolle maggiore di Felix Mendelssohn-Bartholdy. L’Ottetto scritto nel 1825 può essere considerato come l’inizio della maturità dell’appena 16enne artista. Come indicato nelle

note autografe, questo quartetto doppio per quattro violini, due viole e due violoncelli è “da suonare con tutti gli strumenti nello stile di un’orchestra sinfonica”. Pieno di energia giovanile, lo Scherzo ispirato alla “Notte di Walpurgis” del Faust di Goethe e inframmezzato nel Finale di echi del Messia di Händel, l’Ottetto figura tra le opere di musica da camera più popolari. Introduce al concerto e al mondo musicale di Gustav Mahler Sybille Werner, musicologa e direttrice d’orchestra e dobbiacense di adozione, mondo che conosce a perfezione avendo lavorato come assistente del grande biografo mahleriano Henry Louis de La Grange.

Foto, Simone Marchesini.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *