Politica Ultime Notizie

Parco Stazione Bolzano, i Verdi chiedono risposte sociali a problemi sociali

2 Settembre 2020

author:

Parco Stazione Bolzano, i Verdi chiedono risposte sociali a problemi sociali

I Verdi Bolzanini intervengono sulle sfide sociali da affrontare al parco e non solo lì. “Il parco stazione fa comodo a tutti per parlare di vergogna e di situazioni inaccettabili, trovandosi di fatto (o apposta?) sulla stessa linea populista di gridare vergogna e degrado al fine di cacciare voti (e – chissà –  di invocare rimedi da parte dei grandi investori privati?). Noi siamo favorevoli a ordine e sicurezza per tutti, ma chiediamo riposte sociali a problemi sociali e investimenti in una città aperta e inclusiva per contrastare emarginazione e vulnerabilità. Ci vogliono politiche che non lascino per strada le persone e non le solite retoriche del degrado.” esclama l’assistente e ricercatore sociale Urban Nothdurfter nella nota al nostro giornale.“Il cosiddetto parco della vergogna nasce dalle incompetenze nella gestione del fenomeno migratorio e da politiche che preferiscono sfasciare anziché rafforzare un sistema di accoglienza integrata e diffusa sul territorio” sottolinea invece l’operatore sociale Andreas Pablo Pietkiewicz. “Il lavoro sociale da fare non si limita ai luoghi più sotto i riflettori”, aggiunge Elena Pugno, educatrice e consigliera della circoscrizione Don Bosco mentre Rosina Ruatti, insegnante e co-portavoce, sottolinea che lo spirito inclusivo e sociale si deve fare sentire ovunque ed in tutti i quartieri della città.
Grazie soprattutto a Chiara Rabini, referente del Consiglio Comunale uscente per la questione delle persone rifugiate e richiedenti asilo, i Verdi Bolzanini si sono sempre impegnati per trovare delle soluzioni anziché aderire al gioco delle strumentalizzazioni politiche, fanno sapere i Verdi.

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *