Cultura & Società Ultime Notizie

Numerose le iniziative della Caritas per la sesta “Settimana dell’Accoglienza”

25 Settembre 2020

author:

Numerose le iniziative della Caritas per la sesta “Settimana dell’Accoglienza”

Una comunità che si prende cura delle relazioni, degli spazi di vita, della salute e dell’ambiente dove viviamo quotidianamente. Con questo spirito, in occasione della “Settimana dell’accoglienza”, manifestazione che impegna dal 26 settembre al 4 ottobre tutta la Regione Trentino Alto Adige, anche la Caritas altoatesina proporrà alla popolazione una serie di iniziative, incontri, dibattiti e giornate di condivisione per promuovere la cultura dell’accoglienza. “Accogliere è una scelta di fondo: nelle relazioni sociali, nei rapporti politici e nell’economia. Una volta fatta questa scelta, accogliere diventa anche un modo per porre dei segni, per trasmettere un messaggio, un appello alla comunità affinché essa diventi più solidale e accogliente” sottolinea il direttore della Caritas Paolo Valente.

Nell’arco della settimana la Caritas proporrà alla popolazione molteplici eventi, il primo dei quali sarà una giornata di incontro e scambio con gli operatori e ospiti di Casa Freinademetz, struttura del capoluogo che accoglie persone che stanno costruendo un percorso di reinserimento abitativo, lavorativo o formativo. Sabato 26 settembre nel cortile della struttura oltre alla presentazione alle ore 12 del libro di Thomas Benedikter “100 Fragen zur Migration”, cui seguirà un pranzo con piatti etnici monodose, sarà possibile partecipare ad un mercatino di scambio di vestiti organizzato dai giovani della youngCaritas che alle ore 16 saranno anche presenti all’iniziativa “Ponti che uniscono” lanciando messaggi di solidarietà e accoglienza da due ponti del capoluogo, rispettivamente ponte Talvera e Loreto.

Lunedì 28 settembre toccherà al servizio Iris che proporrà alla popolazione esercizi di meditazione per praticare la consapevolezza di sé e dell’altro, mentre venerdì 2 ottobre attraverso l’incontro “Cosa ne SAI(DS)?” al centro del dibattito e confronto ci saranno la prevenzione e i racconti delle esperienze di chi convive con l’IHIV. Spazio poi al dolore e al lutto. Il servizio Hospice, infatti, da lunedì a venerdì offrirà a chi desidererà condividere il proprio dolore un servizio di consulenza telefonica dalle ore 10 alle 15. Il 2 ottobre, invece, sarà la volta del convegno annuale proposto a operatori del settore e interessati intitolato “Quale spiritualità nel fine vita”? Anche i giovani della youngCaritas aderiscono alla Settimana dell’Accoglienza con due iniziative: il 29 settembre un pomeriggio di gioco rivolto a persone anziane, nonni e nipoti presso il CaritasCafè, mentre venerdì 2 ottobre, a conclusione del Mese del Creato, insieme a diversi utenti delle strutture della Caritas si passerà un pomeriggio insieme raccogliendo i rifiuti abbandonati in diverse zone della città.

Anche la dimensione culturale dell’accoglienza è al centro delle attività proposte durante la settimana, in particolar modo grazie all’impegno del Centro per la Pace. Lunedì 28 settembre sarà presentato il libro fotografico “Via Castel Firmiano Zero”, che offre una panoramica sulla storia del “villaggio rom” di via Castel Firmiano. Giovedì 1 ottobre, con la presentazione del libro “Testimoni”, Vincenzo Passerini racconterà storie di persone che si sono battute per la comunità, mentre sabato 3 ottobre il giornalista Gianpaolo Musumeci, esperto in migrazioni africane, si soffermerà sulle cause e i processi che spingono i migranti africani a mettersi in viaggio per l’Europa. La mattina del 3 ottobre, inoltre, presso la piazzetta del Duomo attraverso esposizioni, momenti musicali e letture si commemorerà Josef Mayr-Nusser nel giorno dedicato al beato dalla Chiesa cattolica.

Durante la settimana sarà pubblicato sui social media della Caritas il video “Voci dell’Anima – come la musica interpreta i sentimenti dell’anima” del regista Nazario Zambaldi, che si propone di ripercorrere le tappe di un progetto di integrazione presso Casa Sara, struttura per richiedenti asilo della Caritas, dove la musica è diventata strumento di inclusione.

Per ulteriori dettagli, orari e luoghi delle diverse attività proposte il programma integrale della Caritas è disponibile cliccando sul punsante in rosso “Tutte le azioni dettagliate”.

Foto, Casa Freinademetz.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *