Politica Ultime Notizie

Merano. Piano Urbano del Traffico sospeso, il tribunale eccepisce errori formali

1 Settembre 2020

author:

Merano. Piano Urbano del Traffico sospeso, il tribunale eccepisce errori formali

Il tribunale amministrativo ha sospeso il Piano Urbano del Traffico della città di Merano. “La sentenza ha solo motivazioni formali, la corte non ha nulla da eccepire in termini di contenuto rispetto al nostro piano”, ha detto il sindaco Paul Rösch. L’unica obiezione era che non vi era alcuna prova che il piano di trasporto non dovesse essere sottoposto a una valutazione di impatto ambientale, ha aggiunto l’assessore alla mobilità Madeleine Rohrer.
Il motivo del ricorso contro il piano da parte di un singolo ricorrente è stata la prevista creazione di una zona a traffico limitato in via Ottone Huber e di una zona pedonale in via Mainardo. “Entrambe le misure, con le quali vogliamo sgravare ulteriormente il centro città dal traffico, non sono state contestate dal tribunale”, ha spiegato Rösch. “E neanche le altre priorità che abbiamo stabilito nel piano per i prossimi anni”. Tuttavia, il Tribunale amministrativo aveva rilevato un errore di procedura. “Secondo il tribunale, il piano del traffico avrebbe richiesto una valutazione di impatto ambientale o avremmo dovuto dichiarare che l’impatto ambientale non giustificava tale valutazione”, ha detto l’assessore Rohrer, che fa notare che il piano sovracomunale era già stato sottoposto alla valutazione di impatto ambientale e che il piano di trasporto urbano era un aggiornamento dello stesso. “Non abbiamo quindi ritenuto necessaria una valutazione di impatto ambientale da parte nostra“, ha detto il Rohrer. Ma, cosa ancora più importante, il piano dei trasporti è un programma ambientale e per il clima. “È stato sviluppato anche perché vogliamo ridurre a lungo termine l’inquinamento da ossidi di azoto in città attraverso misure mirate ed evitare così divieti di circolazione e altre restrizioni”, spiega Rösch. In tal senso, il piano è stato valutato positivamente anche dall’Agenzia provinciale per l’ambiente.
Con la sentenza del tribunale amministrativo, il piano del traffico della città è stato per il momento sospeso, ma le misure in esso contenute possono essere portate avanti ulteriormente. “In pratica, la sentenza di oggi significa solo che dovremo ripassare con il piano del traffico attraverso il nuovo consiglio comunale”, ha detto l’assessora Rohrer. “Ad esso allegheremo la documentazione che dimostra che gli effetti ambientali del PUT (Piano Urbano del Traffico) sono tutti positivi, e quindi non è necessaria la VIA (Valutazione impatto ambientale)”.
In ogni caso, lo sviluppo del piano del PUT è stato una pietra miliare, concordano Rösch e Rohrer. “Per la prima volta c’è stata una lunga discussione con i cittadini, e per la prima volta l’intera città di Merano ha concordato che sono necessarie misure di mobilità e che non possiamo semplicemente aspettare il completamento della circonvallazione – per quanto importante possa essere”, conclude Rösch.

Foto, Paul Rösch.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *