Politica Ultime Notizie

Merano. In arrivo il nuovo volto di via Leopardi superiore

2 Settembre 2020

author:

Merano. In arrivo il nuovo volto di via Leopardi superiore

Mentre sono ancora in corso i lavori per il nuovo incrocio con via Petrarca, la Giunta comunale ha fatto ieri il passo successivo e ha approvato il progetto esecutivo per la ristrutturazione di via Leopardi superiore. “Questo spiana la strada ad un collegamento ciclabile continuo, sicuro e verde tra l’ippodromo e il centro città”, riferisce l’Assessora alla mobilità Madeleine Rohrer. Il progetto approvato prevede il proseguimento della pista ciclabile esistente dalla via Leopardi inferiore fino alla passerella Lutero. “La pista ciclabile sarà larga 2,5 metri e sarà distinta dalla strada con un asfalto più chiaro”.
Poiché in futuro la strada sarà percorribile solo in una direzione per le auto, non ci sarà spazio solo per la pista ciclabile, ma anche per ampi marciapiedi. “Con essi creeremo un collegamento pedonale piacevole e sicuro, indispensabile per una città pedonabile come Merano”, aggiunge l’assessora. Nel progetto esecutivo sono previsti anche alberi ad alto fusto che costeggeranno la nuova pista e i nuovi marciapiedi su un lato non forniranno solo ombra. “Con questo filare di alberi, estendiamo i viali dal centro verso Maia Bassa, dove finora il verde è scarso”, ha riferito Rohrer. La nuova via Leopardi creerà così un nastro verde continuo fino in centro. “È il logico proseguimento di quello che abbiamo già fatto in via Ruprecht, via Cadorna, via Carducci e alla stazione ferroviaria di Maia Bassa. Stiamo piantando nuovi alberi e rendendo la città più verde, come previsto per la città anche dal nostro piano del clima”.
La “nuova” via Leopardi sarà divisa in un tratto inferiore e uno superiore incontrandosi all’incrocio con via Petrarca, attualmente in fase di ristrutturazione. La rotatoria esistente sarà sostituita da un sistema semaforico intelligente che si adatta al volume di traffico e garantisce così un flusso di traffico costante. Le simulazioni mostrano che con questo semaforo si possono ridurre del 50% le code su via Petrarca e quindi ridurre anche l’emissione di ossidi di azoto nocivi per la salute, riferisce l’Assessora alla mobilità e all’ambiente Madeleine Rohrer.

Foto, Rohrer Madeleine.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *