Cronaca Politica Ultime Notizie

Merano. “E-Bike2Work”, significa regalo di 81 biciclette a minorenni pendolari

8 Settembre 2020

author:

Merano. “E-Bike2Work”, significa regalo di 81 biciclette a minorenni pendolari

Il Comune di Merano distribuisce 81 biciclette elettriche ai pendolari. Niente ingorghi, niente ricerche infinite di un parcheggio, zero combustione di combustibili fossili, niente gas di scarico e (quasi) zero costi: “E-Bike2Work” è il nome di un’iniziativa con cui la città di Merano mette a disposizione dei pendolari 81 e-bike. Chiunque sia interessato a una bicicletta elettrica di questo tipo può fare domanda a partire da domani, mercoledì.
Ci sono quasi 16.000 posti di lavoro a Merano, di cui circa la metà sono occupati da meranesi. Le biciclette elettriche sono quindi un’alternativa ideale all’auto per il tragitto casa-lavoro”, spiega il sindaco Paul Rösch, e risolvono anche molti problemi che il traffico provoca nella nostra città”. A titolo di esempio, Rösch cita le code sulle strade, la problematica CO2, l’ossido di azoto e l’inquinamento acustico e, non da ultimo, la disponibilità di un parcheggio. “Tuttavia, sappiamo anche che le biciclette elettriche sono costose e che molte famiglie non possono permettersele, dice il sindaco.
Il Comune di Merano ha quindi adottato un approccio completamente nuovo per risolvere il problema dei costi eccessivi e per creare un incentivo all’uso delle biciclette elettriche. Nell’ambito del progetto “E-Bike2Work”, la città acquista 81 biciclette elettriche urbane e le mette a disposizione di altrettanti pendolari. Chiunque sia interessato può registrarsi online su https://www.gemeinde.meran.bz.it/ebike2work da domani, mercoledì 9 settembre a domenica 24 settembre. Il prerequisito è che i richiedenti non solo siano maggiorenni e residenti a Merano, ma anche che facciano regolarmente i pendolari in auto per recarsi al lavoro.
Partiamo dal presupposto che avremo più di 81 domande, spiega l’Assessora alla mobilità Madeleine Rohrer, quindi ci sarà una graduatoria. Più il luogo di residenza è lontano dal luogo di lavoro e maggiore è il dislivello, più punti avranno i richiedenti. Ci saranno anche punti aggiuntivi per il trasporto dei bambini, per il rientro a casa per il pranzo e per l’appartenenza a una famiglia composta da più persone, dice Rohrer. Gli 81 primi classificati possono prendere in consegna le biciclette elettriche cittadine in autunno e testarle fino alla fine di marzo 2022. Ciò comporterà costi di manutenzione per un totale di 218 euro. Le biciclette saranno riassegnate a partire da aprile 2022.

In foto, Paul Rösch

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *