Cronaca Ultime Notizie

„La scelta sta a noi“

15 Settembre 2020

author:

„La scelta sta a noi“

Compriamo in modo regionale, stagionale e corretto: questo è ciò che l’Azione Cattolica delle Donne della Diocesi Bolzano-Bressanone, l‘Associazione delle Donne Coltivatrici Sudtirolesi e la Rete delle Botteghe del Mondo dell’Alto Adige chiedono insieme. Perché ad ogni decisione di acquisto il consumatore determina l’aspetto del mondo che lo circonda.

L’idea per la campagna è nata dal Azione Cattolica delle Donne: “Dobbiamo fare attenzione alla provenienza del nostro cibo, e noi, in quanto consumatrici, possiamo controllare e indirizzare l‘acquisto”, ha detto Karolina Stofner. Venerdì 11 settembre 2020, in occasione di una conferenza in Piazza della Parrocchia a Bolzano, ha presentato, insieme ai rappresentanti dell’Associazione delle Donne Coltivatrici Sudtirolesi e delle Botteghe del Mondo altoatesine, la campagna di sensibilizzazione “LOCAL – SEASONAL – FAIR: STIAMO INSIEME!“ Questa campagna è stata volutamente lanciata il 13 settembre, in quanto questa giornata è dedicata a Santa Notburga. “È la santa patrona della contadina, le sue mani rappresentano le mani del lavoro, del dono e della preghiera. E questo è anche qualcosa che unisce noi donne e le organizzazioni stesse”, ha spiegato Antonia Egger, la presidente dell’Associazione delle Donne Coltivatrici Sudtirolesi (SBO), La campagna si conclude l’11 novembre 2020, il giorno di San Martino – perché San Martino è sinonimo di pace e solidarietà. “Dovremmo rafforzare la consapevolezza della regionalità, delle connessioni globali e dell’equità sociale”, ha detto Stofner.

Irene Vieider, la presidentessa dell’Azione Cattolica delle Donne, è convinta che le persone possano consumare e produrre sia con la testa che con il cuore. “E non solo ora, nel mese della creazione, quando inizia questa azione e nell’ „Anno del Laudato Si” di quest’anno proclamato da Papa Francesco, ma naturalmente anche oltre. La causa per cui ci battiamo è senza tempo, urgente e salutare”.

“La scelta sta a noi”, ha dichiarato Brigitte Gritsch, coordinatrice delle Botteghe del Mondo in Alto Adige: “Dobbiamo portare avanti questo messaggio! Si tratta di persone in grado di vivere del proprio lavoro, indipendentemente dalla provenienza di un prodotto. Compriamo i prodotti dai contadini locali. Ma è altrettanto importante prestare attenzione al commercio equo e solidale per quei prodotti che non possono essere prodotti in Alto Adige a causa delle condizioni climatiche naturali, come il caffè, il cacao, le spezie e molto altro. In entrambi i casi c’è una persona dietro questi prodotti, che lavora e dovrebbe stare bene”.

Vroni Stampfer, contadina del distretto di Bolzano, sa per esperienza come venditrice diretta cosa significa: “Noi contadine siamo sinonimo di produzione regionale e stagionale. I consumatori dovrebbero chiedersi: da dove vengono le fragole in inverno e in quali condizioni vengono prodotte? Devo davvero avere tutto in ogni momento?” “Molte persone lavorano nel settore agricolo in tutto il mondo e meritano di essere trattate e pagate equamente”, ha sottolineato Ulrich Höllrigl dell’Associazione contadini dell’Alto Adige.

L’assessore Arnold Schuler ha parlato di solidarietà: “Siamo fortunati a vivere in un Paese dove le condizioni climatiche permettono di produrre una grande varietà di frutta e verdura. Sosteniamo le iniziative locali per rafforzare la produzione regionale”.

Un grande sostenitore di quest’azione è il vescovo Ivo Muser, che si è espresso anche con la sua presenza a questa conferenza stampa.

Il messaggio della campagna è chiaro: quando facciamo acquisti, facciamo attenzione ai prodotti regionali e stagionali! Compriamo prodotti del commercio equo e solidale se non sono coltivati o prodotti in Alto Adige. Il consumo non deve andare a scapito delle persone e della natura. Gli agricoltori e i consumatori hanno in mano la situazione. Antonia Egger, presidente della SBO, ha concluso la conferenza stampa con le parole: “Speriamo in molte azioni fruttuose e sostenibili nei singoli paesi. Anche voi, fatene parte!”

Informazioni sull’azione:

Dal 13 settembre all’11 novembre, le associazioni lanceranno diverse azioni a livello locale per promuovere l‘acquisto responsabile, per stimolare il dibattito sulla sostenibilità, per far muovere le cose insieme. La campagna è sostenuta anche dall’iniziativa “La tua alimentazione. La tua contadina”. Ulteriori informazioni sono disponibili sui seguenti siti web: www.baeuerinnen.itwww.kfb.itwww.bottegadelmondo.bz.it

Foto/©SBO.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *