Cultura & Società Ultime Notizie

Il musical “Il Gruffalò” debutta in anteprima al Teatro Auditorium di Trento con un sold out

19 Settembre 2020

author:

Il musical “Il Gruffalò” debutta in anteprima al Teatro Auditorium di Trento con un sold out

Domenica 20 settembre debutta in prima nazionale al Teatro Auditorium di Trento il musical “IL GRUFFALÒ”, spettacolo frutto di una coproduzione tra Fondazione AidaCentro Servizi Culturali S. Chiara e Teatro Stabile del Veneto, liberamente tratto da Il Gruffalò di Julia Donaldson e Alex Scheffler. Lo spettacolo – sold out già da alcuni giorni -, viene portato in scena con la regia di Manuel Renga e l’adattamento drammaturgico di Pino Costalunga e dello stesso Renga. Le musiche, tutte originali, sono state composte da Patrizio Maria D’Artista e i pupazzi da Mariangela Gabrieli di Mondo alla Rovescia. In scena: Giuseppe BrancatoStefano ColliFederica LaganàElisa Lombardi. Coreografia di Elisa Cipriani e Luca Condello. Inizio previsto ore 17.30.

La messa in scena, che prevede il coinvolgimento del pubblico, racconta la vicenda in forma di musical, lasciando intatte le rime della scrittrice inglese e facendo indossare agli attori costumi ispirati alle illustrazioni del disegnatore tedesco Scheffler.

I bambini oltre a riconoscere facilmente il testo, saranno immersi in un’atmosfera sognante e avventurosa grazie alle originali canzoni scritte appositamente per lo spettacolo alle situazioni comiche e mimiche, nonché alle coreografie che vanno ad arricchire la favola originale. Ecco così che il Bosco Frondoso diventa anche un Bosco Magico dove la fantasia viaggia libera, colorandosi di paura quando si va a inabissare nel sottobosco oscuro e costruendo gran divertimento quando diventa canzone e coinvolgimento.

«Le musiche composte per lo spettacolo – spiega il compositore Patrizio Maria d’Artista – sono la naturale estensione drammaturgica del testo letterario. Ci faranno conoscere più a fondo i nostri protagonisti grazie ad una forte caratterizzazione sonora che ne esalta i lati più distintivi. Le atmosfere musicali magiche e sognanti, con sonorità classiche e tipiche del musical theatre ma filtrate da una rilettura pop, saranno il mezzo attraverso il quale vivere a pieno il fantastico mondo del Gruffalò».

Sinossi

Cosa fanno quattro giovani amici in un bosco? Vanno a ripulirlo, direte voi, visto che si vedono all’inizio dello spettacolo proprio mentre lo stanno facendo. Ma a noi viene il dubbio che ci vadano per passare qualche giorno e, soprattutto, qualche notte, accampati in una tenda, ad aspettare il momento più bello della giornata, cioè quando, attorno a un fuoco, si racconteranno storie di paura. E cosa c’è di meglio di un bosco di notte per una bella storia di paura? E quella che racconteranno sarà la storia di un topolino che, affamato, decide di attraversare il bosco frondoso e pieno di insidie per trovare la ghianda che tanto gli piace e che incontra, strada facendo, tre brutti ceffi che lo vogliono mangiare: una volpe, una civetta e una biscia.

Ma il furbo topolino è scaltro di pensiero e sa bene come cavarsela, con l’aiuto della sua grande Fantasia trova una soluzione che nessuno si può immaginare, nemmeno lui, forse: un mostro terribile dal nome assai noto ai bambini: IL GRUFFALÒ.

Certo che esiste quel mostro: nella nostra storia, ma è un mostro per ridere e giusto per dire ai bambini: usate la fantasia, l’intelligenza e anche un bosco selvaggio e frondoso potrà diventare un luogo in cui è divertente vivere, almeno per qualche tempo, almeno per il tempo dell’infanzia.

“Il Gruffalò” è stato reso possibile anche grazie alla presenza di una rete strutturata di partner: Coordinamento Teatrale Trentino, il sostegno della Fondazione Caritro e della Provincia Autonoma di Trento e la collaborazione della BSMT – Bernstein School of Musical Theatre.

Dopo l’appuntamento di domenica 22 settembre a Trento, il musical inizierà un lungo tour fino a marzo.

Si ricorda agli spettatori che, nel pieno rispetto dei protocolli vigenti in materia di pubblico spettacolo, all’interno di tutti i locali del Teatro Auditorium vige l’obbligo di utilizzo della mascherina, ad esclusione dei bambini sotto i sei anni.

Durante le fasi di ingresso e uscita, così come durante l’eventuale intervallo, si prega di evitare assembramenti, garantire il distanziamento sociale di almeno un metro tra gli spettatori, evitare abbracci e strette di mano.

Per maggiori informazioni visitare il sito www.centrosantachiara.it

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *