Politica Ultime Notizie

Il filo rosso del Team K, una comunità che si allarga sempre di più

11 Settembre 2020

author:

Il filo rosso del Team K, una comunità che si allarga sempre di più

Oggi a castel Mareccio si è tenuta una conferenza stampa che ha visto protagonisti i candidati di punta del Team K a queste comunali: i candidati sindaci di Bolzano, Bressanone, Brunico e Laives, la capolista di Merano, accompagnati da altre candidate e candidati. Da città diverse, insieme per un modo nuovo di fare politica. 
Il Team K sta crescendo in tutto l’Alto Adige – grazie anche al sostegno di molte liste civiche – e può contare su una forte rappresentanza in Consiglio provinciale, che garantisce di far arrivare al cuore della Provincia le istanze dei territori e di dar loro il giusto peso e anche visibilità mediatica.
A fare gli onori di casa il bolzanino Thomas Brancaglion, candidato sindaco a Bolzano: “È la prima volta che il Team affronta delle elezioni comunali, siamo una novità e un’incognita. Noi ci crediamo, io ci credo. E il mio non è l’ottimismo della volontà, ma quello della ragione: penso che siamo sempre di più ad essere stanchi di scuole separate, di forze politiche che si danno una verniciata di italiano o tedesco giusto nel periodo elettorale, di barriere e steccati più o meno invisibili che ci dividono. Progettiamo insieme il nostro futuro”.
Sulla stessa lunghezza d’onda è anche Francesca Schir, capolista a Merano: “Mettiamo al centro il COME fare politica per i cittadini e con i cittadini, mettiamo al centro il Bene Comune e non le esigenze private di singoli o di gruppi di potere e, soprattutto, mettiamo al centro il fare politica oltre gli steccati etnici”.
È stata poi la volta di Alessandro Zuech, candidato sindaco a Laives: “Da un giorno all’altro mi sono ritrovato catapultato in questa sfida, difficile e appassionante, che con fiducia nel Team e nei miei compagni di strada della lista ho deciso di cogliere. Il nostro è un comune dal potenziale ancora inespresso: l’evoluzione per superare l’etichetta di città-dormitorio è cominciata già da qualche decennio, ma l’impegno in questa direzione deve continuare, lavorando per collegare sempre meglio – penso alle ciclabili, ma soprattutto alla ferrovia – i cittadini al capoluogo e investendo in cultura e promozione del bilinguismo, che è un tema davvero decisivo. Una battuta non può mancare
sulla nostra battaglia contro l’aeroporto, un impegno di lunga data che vogliamo proseguire anche dal Consiglio comunale coordinandoci con Renate Holzeisen e con il nostro gruppo in Consiglio provinciale, dove forze politiche sulla carta critiche hanno dimostrato ambiguità”.
“I cittadini di Bressanone chiedono una maggiore trasparenza quando si tratta di prendere decisioni – commenta il candidato sindaco, Ingo Fink -. Con il nostro programma elettorale, vorremmo sederci insieme a loro attorno a un tavolo per discutere insieme il futuro del nostro Comune”.
“Anche a Brunico – sostiene il candidato sindaco Hugo Götsch – i cittadini desiderano processi decisionali più trasparenti e una politica lungimirante che non sia influenzata dalle varie lobby, e che offra pari opportunità a tutti e tutte”.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *